Un modello di 'smart mobility' per il rilancio Fse, Regione sigla accordo con Siemens

Un gruppo di lavoro avrà il compito di elaborare proposte per l'ammodernamento della rete e la creazione di un sistema 'eco-compatibile': la presentazione dei risultati attesa per inizio marzo

Avviare uno studio su un nuovo modello di sviluppo delle Ferrovie del Sud Est, basato sul concetto della 'smart mobility'. E' l'obiettivo dell'accordo siglato tra Regione Puglia e il Gruppo Siemens.

"Regione Puglia e Siemens - spiega una nota della Regione - intendono approfondire il concetto applicato di  mobilità in grado di soddisfare le moderne esigenze di trasporto in maniera efficace, efficiente, sicura e, sopratutto,  sostenibile. È infatti  attraverso l’uso ottimale delle risorse economiche, umane ed ambientale che è possibile liberare tempo ed aumentare la qualità della vita. Le Ferrovie del Sud Est possono così diventare un caso scuola che dimostri che è possibile l’interazione tra un territorio estremamente popoloso ed affetto da croniche mancanze di mezzi di trasporto efficaci ed efficienti  ed un sistema di mobilità capillare e innovativo basato sui seguenti capisaldi:

a) ripristino e ammodernamento della rete ferroviaria esistente;
b) creazione presso ogni stazione di fermata di green hub destinati alla mobilità elettrica;
c) utilizzo di parte del potenziale rappresentato dalle energie rinnovabili presenti sul territorio come fonte di approvvigionamento della risorsa energetica;
d) gestione integrata della Ferrovia intesa come vera e propria Metropolitana di superficie, in grado quindi di connettersi (guidandolo) al sistema dei trasporti locali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Peraltro lo straordinario sviluppo turistico del Salento (in tutte e tre le Provincie di Lecce, Brindisi e Taranto) richiede la messa a disposizione degli utenti di un sistema di trasporto moderno, completamente eco compatibile, rapido ed efficace. Il gruppo di lavoro regionale fornirà a Siemens i dati necessari per elaborare un modello di studio che recentemente l’azienda ha utilizzato per esempio per ripensare il sistema dei trasporti della città di Vienna. L’obiettivo è di presentare i risultati di questo studio per l'inizio di marzo. La Regione Puglia metterà poi a disposizione del Ministero delle Infrastrutture questo contributo, nella speranza di poter individuare, successivamente, un percorso comune di rilancio delle Ferrovie del Sud Est". "Lo studio - conclude la nota - fortemente voluto dal Presidente Emiliano, si inserisce nell’intensa attività avviata dallo stesso Presidente con la sua proposta di road map di decarbonizzazione,  e volta ad immaginare un percorso di completa riqualificazione ambientale del territorio pugliese".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uccio De Santis positivo al coronavirus, annullato spettacolo in Svizzera: "Sono forte, ci vediamo presto"

  • Vipera in giardino: come riconoscerla e cosa fare in caso di morso

  • Raffaele Fitto positivo al Covid-19 con la moglie, l'annuncio: "Tampone dopo contagio di uno stretto collaboratore"

  • Il Coronavirus fa ancora paura nella provincia: un decesso a Polignano, crescono i contagi a Noicattaro

  • Vento forte e temporali in arrivo nel Barese: scatta l'allerta meteo arancione

  • Contagi dopo festa di 18 anni, chiude scuola ad Altamura: "Inconcepibili party per ballare"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento