Festa della Repubblica: i gruppi giovani di Ance Bari e Bat e Confindustria Bari e Bat donano bandiere tricolore a 126 scuole di Bari

Alla scuola primaria 'F. Corridoni' la prima consegna

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Si è svolta davanti alla scuola primaria 'F. Corridoni' nel borgo antico di Bari, alla presenza del Prefetto Carmela Pagano e dei vertici militari a livello provinciale, la consegna della prima delle 126 bandiere tricolori che, in occasione della Festa della Repubblica, i Gruppi Giovani di ANCE Bari e BAT e Confindustria BARI e BAT hanno donato a tutti gli istituti scolatici del Comune di Bari oltre che alla scuole primarie e secondarie pubbliche di primo grado.

L'iniziativa - nata su proposta del vicepresidente della VI^ Commissione Consiliare Permanente del Comune di Bari Fabio Romito e condivisa all'unanimità dalla Commissione - è stata sostenuta dalle due associazioni imprenditoriali che, con il progetto 'Giovani ANCE Bari e BAT per il sociale e la legalità', proseguono con la collaborazione con le istituzioni e forze dell'ordine del territorio per diffondere la cultura della legalità nell'economia e per contrastare le azioni criminali a danno delle imprese.

«Con i nostri gruppi - hanno dichiarato Lilli Totaro e Luigi De Santis, presidenti, rispettivamente, dei Gruppi Giovani di Confindustria Bari e BAT e ANCE Bari e BAT - siamo impegnati in prima linea sui temi della legalità e del sociale. Con l'iniziativa di oggi abbiamo voluto rispondere a un bisogno della collettività cercando di trasmettere ai concittadini più giovani i valori legati al tricolore e l'amore per la patria. Nel solco della collaborazione avviata con le istituzioni del territorio, anche scolastiche, continueremo a promuovere percorsi culturali di educazione alla legalità e alla solidarietà».

«I tre colori della bandiera italiana - spiega Massimo Maiorano, presidente della VI^ Commissione Consiliare Permanente - simboleggiano i più alti valori su cui è stata edificata l'Unità del nostro Paese. Non è un caso che gli ideatori della bandiera italiana siano stati due patrioti e studenti dell'Università di Bologna. La Commissione ha accolto la disponibilità manifestata dai Giovani di ANCE e Confindustria a condividere l'iniziativa, al fine di trasmettere agli studenti l'alto valore simbolico espresso dal vessillo che simboleggia l'Unità Nazionale e i valori di unità e democrazia cui si ispira la Repubblica Italiana».

Secondo Fabio Saverio Romito, vice presidente della Commissione «il rispetto e l'onore per il proprio Paese sono valori che la nostra Repubblica deve custodire e proteggere da un panorama oggi giorno più che mai fosco, che può indurre, sull'onda del dissenso generale e dello scoraggiamento, ad un inesorabile allontanamento da quell'amor patrio che invece ha fatto grande questo Paese. Ho inteso promuovere questa iniziativa, condivisa dalla VI Commissione Consiliare Comunale ed i Giovani di ANCE e Confindustria per proteggere e custodire quei valori, che passano inevitabilmente dal rispetto dei simboli della Repubblica. Il più importante di questi è certamente il tricolore, che deve sventolare fiero in tutte le scuole della città».

Anche Sabino Mangano, consigliere della Commissione, concorda e sottolinea che «è nostro dovere tutelare e conservare un antico vessillo che ha attraversato circa due secoli di storia della Repubblica Italiana, simbolo dell'indipendenza e della democrazia. In questo periodo storico di forte crisi di identità nazionale, è opportuno ricordare con tale azione le nostre origini, al fine di non dimenticare il lungo percorso che ha visto tale simbolo, protagonista della storia d'Italia».

Torna su
BariToday è in caricamento