Giovedì, 28 Ottobre 2021
Politica

Fuochi pirotecnici per la scarcerazione di Parisi, Decaro: "Noi siamo molti di più"

Il sindaco sui 'festeggiamenti' per il ritorno in libertà del boss di Japigia: "Noi siamo più forti di chi sporca questa città, che lo faccia imbrattandone un muro o infangando la sua dignità"

"Ieri sera a Bari qualcuno pare avesse qualcosa da festeggiare e per questo ha fatto esplodere dei fuochi d'artificio. Non mi soffermerò sulla circostanza legata allo spettacolo pirotecnico né sugli autori di questo gesto che ha messo in imbarazzo tutta la città. Voglio continuare a parlare invece a tutti quei cittadini che insieme a me ieri sera nelle stesse ore erano nella parrocchia di San Marcello, a poche centinaia di metri dal luogo dei fuochi, a parlare di futuro, di amore per la città e di come insieme vogliamo cambiarla e migliorarla. Voglio parlare a chi come me, questa città la ama e la rispetta, a chi oggi non si sente orgoglioso di Bari. A queste persone voglio dire: andiamo avanti noi!".

Così, con un post sulla sua bacheca Facebook, il sindaco Antonio Decaro interviene sull'episodio dei 'festeggiamenti' con fuochi d'artificio, avvenuti ieri a Bari, in concomitanza con la scarcerazione del boss di Japigia Savino Parisi. Una notizia che ha diviso anche i lettori di BariToday, facendo emergere, nelle conversazioni sui social, una realtà amara e dolorosa, quella di chi osannava il boss.

"Giorgio La Pira, sindaco di Firenze negli anni '50, come ci ha ricordato Don Gianni durante l'incontro, diceva ai suoi cittadini: 'Amatela questa città, come parte integrante, per cosi dire, della vostra personalità. Voi siete piantati in essa: in essa saranno piantate le generazioni future che avranno da voi radice: è un patrimonio prezioso che voi siete tenuti a tramandare intatto, anzi migliorato ed accresciuto, alle generazioni che verranno. Custoditene le piazze, i giardini, le strade, le scuole; curatene con amore, sempre infiorandoli ed illuminandoli (...) fate che il volto di questa vostra città sia sempre sereno e pulito'".

"Noi - conclude il sindaco - siamo più forti di chi sporca questa città, che lo faccia imbrattandone un muro o infangando la sua dignità. Siamo più forti di chi festeggia la scarcerazione di un boss perché crediamo nello Stato e nella giustizia e lavoriamo tutti i giorni per rendere Bari un luogo migliore dove vivere. E, soprattutto, siamo molti ma molti di più".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fuochi pirotecnici per la scarcerazione di Parisi, Decaro: "Noi siamo molti di più"

BariToday è in caricamento