Politica

Fondi a Ryanair, il Consiglio regionale dice sì

Approvato in aula il disegno di legge sul riconoscimento del debito fuori bilancio di circa 12,6 milioni di euro, che permetterà di sbloccare i fondi del contratto di promozione turistica dovuti da Aeroporti di Puglia alla compagnia irlandese

Sì del Consiglio regionale al ddl che sblocca i fondi di Aeroporti di Puglia per Ryanair. Nel pomeriggio l'aula di via Capruzzi ha approvato infatti il disegno di legge sul riconoscimento del debito fuori bilancio di circa 12,6 milioni di euro, relativo agli interventi effettuati da Aeroporti di Puglia nel 2015 per incentivare il turismo incoming, attraverso un accordo con la compagnia Ryanair.

Il ddl è passato a maggioranza con 26 voti favorevoli, 10 contrari (M5S e Forza Italia) e 8 astensioni (COR e Area popolare).

"La mia amministrazione – ha spiegato il governatore Emiliano dopo l'approvazione – ha trovato una situazione molto complessa dal punto di vista procedurale sul rinnovo della convenzione con Ryanair, con in corso un’indagine da parte della Procura della Repubblica di Bari". "Non abbiamo preso posizione rispetto alla procedura fatta dalla precedente amministrazione, e siamo in attesa di sapere dalla Magistratura se è tutto a posto o se dobbiamo cambiare qualcosa. Però non abbiamo fatto mancare denaro per evitare che Ryanair scappi via: vogliamo mantenere Ryanair qui in Puglia, perché la riteniamo indispensabile sia all’incoming, cioè all’arrivo dei turisti dall’estero - che è la cosa per la quale paghiamo -  ma anche per i nostri ragazzi che vanno fuori, con un effetto indiretto dell’investimento.  E’ un investimento molto grosso, che peraltro facciamo col bilancio ordinario. E alla fine il Consiglio regionale ha capito che il Presidente ha fatto bene a portare la materia alla sua attenzione e a non a gestirla solo in Giunta".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondi a Ryanair, il Consiglio regionale dice sì

BariToday è in caricamento