rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Politica

Palese alla Sanità, Lopane al Turismo: Emiliano riempie i posti in Giunta. Per la Cultura solo una consigliera delegata: è del M5S

il presidente regionale ha pescato da vari 'angolazioni politiche' per completare il governo della Regione: Palese, ex parlamentare di Forza Italia, è stato già assessore con Fitto

Dopo settimane di 'attesa', sono state colmate le caselle mancanti nella Giunta regionale pugliese, dopo le dimissioni dell'assessore alla Salute, Pier Luigi Lopalco, nonché dell'assessore a Turismo e Cultura, Massimo Bray: il presidente Michele Emiliano ha pescato da vari 'angolazioni politiche' per completare il governo della Regione. 

Il nuovo assessore alla Salute, infatti, è Rocco Palese, ex parlamentare di Forza Italia, già nella Giunta di centrodestra con Raffaele Fitto governatore ed avversario di Nichi Vendola alle elezioni del 2010. Per lui le deleghe anche a "benessere animale, Controlli Interni, Controlli connessi alla gestione emergenza COVID-19”.

Nel perimetro dichiarato della Maggioranza, invece, la scelta di Gianfranco Lopane, già consigliere regionale nella lista 'Con': il governatore gli ha attribuito le deleghe a "Turismo, Sviluppo e impresa turistica”. In questo caso Emiliano ha compensato la lista civica che aveva perso come rappresentante Lopalco, eletto proprio attraverso 'Con'.

Terminati i posti in Giunta, restavano le importanti deleghe per Poliche Culturali, Patrimonio Materiale e Valorizzazione dei Borghi: ad ottenerle è stata la consigliera del M5S Grazia Di Bari. La Cxnsigliera delegata, per l'esecuzione dell’incarico, spiega la Regione, "potra? avvalersi dei mezzi e delle competenze di ARTI Puglia, Fondazione Apulia Film Commission, del Dipartimento Turismo, Economia della cultura e valorizzazione del territorio, nonché della collaborazione, per quanto possa occorrere, degli altri Dipartimenti e Agenzie della Regione Puglia, con potere di organizzare e porre in essere quanto alla stessa demandata mediante specifici gruppi di lavoro".

“Esperienza, conoscenza  del territorio - ha dichiarato Emiliano - , capacità di ascolto e coinvolgimento di tutte le componenti sociali, sindacali e politiche per realizzare il nostro programma di governo e perseguire il bene comune: sono queste le ragioni alla base del conferimento delle nuove deleghe. I miei auguri di buon lavoro ai due nuovi assessori e alla consigliera”.

D'Attis e Damiani (Forza Italia): "Nomina Palese non è frutto di accordo"

La nomina di Palese nella Giunta pugliese non è frutto di un accordo con Forza Italia. Palese non era già in Forza Italia da parecchio: infatti, alle scorse elezioni regionali ha sostenuto Delli Noci a Lecce ed Emiliano". È quanto precisano il commissario regionale di Forza Italia, Mauro D'Attis e il suo vice Dario Damiani. Lo riporta l'agenzia Dire. "Non giudichiamo le scelte personali né le persone, ma non possiamo fare a meno di constatare che, evidentemente, nel centrosinistra si siano "vaporizzate" le competenze - aggiungono - se Emiliano è costretto a pescare dal bacino degli ex centrodestra per trovare persone in grado di gestire gli assessorati, è chiaro che fatichi a trovarle nel perimetro del Pd e della sua coalizione". "Palese - precisano - è stato il principale fautore del piano di riordino ospedaliero di Fitto, tanto contestato dal centrosinistra e da Emiliano in tutte le sue campagne elettorali. È evidente che c'è un tema di posizione politica attuale rispetto a quanto ognuno di loro (Emiliano e Palese) ha sostenuto in passato: uno dei due dovrà smentire se stesso. Per il resto, Forza Italia in Puglia resta opposizione matura, costruttiva e - concludono - non urlata nell'esclusivo interesse dei cittadini".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palese alla Sanità, Lopane al Turismo: Emiliano riempie i posti in Giunta. Per la Cultura solo una consigliera delegata: è del M5S

BariToday è in caricamento