Politica

Insieme a Papa Francesco per la solidarietà universale e per il clima

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

La Cisl di Bari, il giorno 8 novembre, aderisce con profonda convinzione all’importante iniziativa “Marcia per la Terra” per la difesa della dignità del lavoro, il rispetto dell’ambiente e della natura, l’importanza di garantire a tutti gli uomini della Terra uguali opportunità di cibo e nutrimento.

Per capire l’importanza di questa “Marcia” per il clima, un tema vitale per il nostro Pianeta che verrà discusso alla Conferenza ONU sul Clima COP 21  di dicembre a Parigi, bisognerebbe leggersi due passi dell’Enciclica di Papa Francesco “Laudato si’”: « Laudato si’, mi’ Signore », cantava san Francesco d’Assisi. In questo bel cantico ci ricordava che la nostra casa comune è anche come una sorella, con la quale condividiamo l’esistenza, e come una madre bella che ci accoglie tra le sue braccia: «Laudato si’, mi’ Signore, per sora nostra matre Terra, la quale ne sustenta et governa, et produce diversi fructi con coloriti flori et herba».

Questa sorella protesta per il male che le provochiamo, a causa dell’uso irresponsabile e dell’abuso dei beni che Dio ha posto in lei. Siamo cresciuti pensando che eravamo suoi proprietari e dominatori, autorizzati a saccheggiarla. La violenza che c’è nel cuore umano ferito dal peccato si manifesta anche nei sintomi di malattia che avvertiamo nel suolo, nell’acqua, nell’aria e negli esseri viventi. Per questo, fra i poveri più abbandonati e maltrattati, c’è la nostra oppressa e devastata terra, che « geme e soffre le doglie del parto » (Rm 8,22). Dimentichiamo che noi stessi siamo terra (cfr Gen 2,7). Il nostro stesso corpo è costituito dagli elementi del pianeta, la sua aria è quella che ci dà il respiro e la sua acqua ci vivifica e ristora.

Sono questi grandi principi ideali ed obiettivi economici e sociali che la Cisl, come afferma il nostro Segretario Generale Annamaria Furlan, persegue nella sua azione di sindacato confederale laico saldamente ispirato alla dottrina sociale della Chiesa ed al messaggio pastorale di Papa Francesco.

L’enciclica di Papa Francesco, per dirla con le parole di Matteo Zuppi, vescovo ausiliare di Roma, “non è solo l'espressione di un pensiero teorico, è un atto che mira a raggiungere un risultato pratico: scongiurare il disastro climatico. Ma per raggiungere questo obiettivo dobbiamo muoverci tutti assieme, dobbiamo far sentire con grande forza la nostra voce in questi mesi che preparano l'appuntamento di Parigi in cui si deciderà il nostro futuro".

Cinquanta lavoratrici e lavoratori, rsa e rsu, dirigenti ed amici della Cisl di Bari porteranno la rappresentanza sindacale di questo territorio in questa fondamentale iniziativa per unirci a Papa Francesco per una Ecologia Integrale che restituisca dignità all’uomo e rispetto al creato.

Non c’è tragedia umanitaria che non sia strettamente legata allo sfruttamento iniquo delle risorse naturali, non c’è cambiamento climatico che non produca effetti devastanti sulle popolazioni più deboli.

Come dice Il segretario delle Nazioni Unite Ban Ki Moon : "Questa è la nostra ultima occasione per evitare i peggiori impatti del riscaldamento mondiale, e la nostra migliore opportunità per porre fine alla povertà e offrire una vita dignitosa a tutti".

I governi di tutto il mondo, come tutti i cittadini responsabili, sono chiamati a comprendere fino in fondo la sfida di una ecologia integrale che mostra quanto siano legati tra loro problemi sociali e ambientali.

Dalla conferenza di Parigi il mondo non può uscire a mani vuote!!!

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insieme a Papa Francesco per la solidarietà universale e per il clima

BariToday è in caricamento