Politica

Insulti sessisti, Melini presenta denuncia in Procura. I consiglieri nominano grafologo per la perizia

La consigliera ha incontrato il Procuratore Volpe: "Offesa la mia onorabilità e quella dell'istituzione". Intanto domani in Comune sarà sorteggiato il professionista che dovrà effettuare l'esame grafologico dei consiglieri presenti alla votazione dello scorso 14 novembre

Irma Melini formalizza la denuncia-querela relativa all'episodio degli insulti sessisti verificatosi durante il Consiglio comunale dello scorso 14 novembre. La consigliera si è recata in Procura questa mattina, incontrando il Procuratore Giuseppe Volpe e il Procuratore aggiunto Roberto Rossi.

"Offesa mia reputazione e onorabilità dell'istituzione"

"L’inaudita gravità, sia sul piano giuridico innanzitutto, sia, immediatamente a seguire, sul quadrante etico- politico, mi hanno imposto di rivolgermi alla Magistratura per ripristinare quanto prima il decoro e l’onorabilità del Comune di Bari e della mia persona", commenta Melini. "Ho chiesto che siano puniti i responsabili dell’accaduto per i seguenti reati: diffamazione aggravata, oltraggio pubblico ufficiale e ad un corpo politico, oltre che per tutti i reati che la Procura ravviserà. D’altronde - prosegue la consigliera di 'Scelgo Bari' - l'autore/autrice del gesto offensivo a matrice sessista, ben sapendo che il voto viene scrutinato e letto in Aula consiliare, sul presupposto inequivoco che io sia la sola “Irma” presente fra i Consiglieri comunali, così simulando un beffardo voto anche nei miei confronti, ha leso sia la mia reputazione di persona, di politico, di donna impegnata nel sociale e nelle battaglie per la legalità, sia l’onorabilità della Istituzione rappresentata dal Consiglio Comunale di Bari, nella sua interezza". "Ho chiesto - afferma ancora Melini - che si proceda rapidamente ad ogni accertamento utile per individuare le responsabilità, previa acquisizione delle schede di voto, riservandomi ovviamente la costituzione di parte civile. A tal proposito, preciso che ogni somma che dovessi ricavare a titolo di risarcimento del danno sarà da me devoluta ad un centro comunale antiviolenza.

I consiglieri pronti alla perizia grafologica

Intanto, una nota del Comune annuncia che domani mattina "nella sala giunta di Palazzo di Città, su iniziativa dei consiglieri comunali di maggioranza e opposizione, si procederà al sorteggio di un nominativo dall’elenco dei grafologi iscritti all’albo dei consulenti tecnici e periti del Tribunale di Bari". Il professionista individuato sarà incaricato di eseguire una perizia grafologica dei consiglieri presenti alla votazione dello scorso 14 novembre, in cui si è verificato il grave episodio, "a tutela dell’immagine e dell’operato dell’intero Consiglio comunale". Le spese relative alla consulenza saranno a carico dei consiglieri comunali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insulti sessisti, Melini presenta denuncia in Procura. I consiglieri nominano grafologo per la perizia

BariToday è in caricamento