La senatrice pugliese L'Abbate (M5S) a sostegno del terzo settore: "Al fianco di Amopuglia e delle realtà territoriali"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

La senatrice pugliese del M5S, Patty L'Abbate, interviene per sollevare l'attenzione nei confronti del fondamentale ruolo ricoperto Il terzo settore, che rappresenta una boccata d'ossigeno per il supporto alla Sanità Pubblica, messo però a dura prova dall’emergenza Coronavirus. In particolare pone l'accento sull'importanza strategica di Amopuglia, associazione regionale che ha diverse sedi in Puglia e conta medici, infermieri e moltissimi volontari. Si tratta di una associazione che opera nella cura e assistenza domiciliare dei malati oncologici e delle cure palliative. "Soprattutto le locali realtà che operano sul nostro territorio regionale, che non hanno potuto usufruire delle misure di sostegno nazionali, sono oggi più che mai in difficoltà visto lo stato di emergenza che vive il Paese, che ha messo a dura prova anche la resistenza, indomita, delle nostre associazioni di volontariato - premette la senatrice -. Conosco personalmente l'importanza strategica di Amopuglia, che ha diverse sedi nella nostra regione e conta moltissimi volontari, e opera nella cura e assistenza domiciliare dei malati oncologici. I suoi volontari sono una risorsa che interviene in casi di necessità estremi, soprattutto là dove la sanità regionale non è in grado di giungere. Proprio come è accaduto in queste difficili settimane non lesinando sforzi, in termini umani e materiali, nell'impegno verso i malati bisognosi di cure e delle loro famiglie" spiega Patty L'Abbate. "Amopuglia rappresenta una realtà fondamentale del capitale sociale e umano, non solo pugliese, ma per l'intero Paese, seppur operi solo a livello territoriale. Le realtà, anche di piccole dimensioni, hanno continuato a operare nel bene della comunità, nell'ombra ma con fierezza, anche in questi mesi di maggiore difficoltà, in cui è stato complicato, se non impossibile, reperire i fondi provenienti dalle tradizionali attività con le quali le onlus si sostengono - aggiunge -. Penso, ad esempio, alla raccolta di donazioni che tante associazioni mettono in campo nel periodo pasquale con la vendita delle uova nelle piazze. Attività che, con le misure di distanziamento sociale, sono state sospese. Ma l'impegno dei volontari per aiutare i più fragili non è venuto meno, anzi per farlo ancora meglio, e proprio nel rispetto delle regole di contenimento del contagio da Covid-19, hanno sostenuto ulteriori oneri per le casse associative private di quelle risorse derivanti dalle attività "di piazza" commenta la pentastellata che si appella alla Regione Puglia affinché tenga alta la considerazione per le associazione territoriali. "Ecco perché sono qui, oggi, a chiedere che là dove la nostra Regione Puglia abbia la possibilità di intervenire con fondi e misure a favore degli enti e soggetti appartenenti al Terzo Settore lo faccia secondo criteri di proporzionalità in base al capitale investito anche dalle più piccole realtà nel nostro territorio - dice-. Per questo mi spenderò affinché non venga dimenticato il valore imprescindibile che questo settore ha a livello locale e venga aiutato a superare questi momenti difficili, a partire dal mantenere alta l'attenzione sulle misure di sostegno economico che la Regione Puglia metterà a disposizione delle associazioni del territorio" conclude L'Abbate.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento