Politica

Dalla Città Metropolitana alla GdF, la giornata barese della viceministra Castelli: l'incontro con i sindaci del territorio

L'esponente di governo in città per una serie di incontri istituzionali che l'hanno vista impegnata con i primi cittadini baresi e gli ufficiali del Comando regionale e provinciale della Guardia di Finanza, nonché nella sede locale dell'Agenzia delle Entrate

La viceministra dell'Economia, Laura Castelli, è giunta a Bari per una serie di incontri istituzionali che l'hanno vista impegnata con i sindaci della Città Metropolitana e gli ufficiali del Comando Provinciale della Guardia di Finanza, nonché la sede provinciale dell'Agenzia delle Entrate

In particolare, nel corso dell'incontro in Città Metropolitana, Castelli è stata ricevuta dal primo cittadino Antonio Decaro e dagli altri sindaci del Barese, in un confronto sui  provvedimenti al vaglio del Governo che hanno una ricaduta sugli enti locali e per condividere le buone pratiche amministrative e di coprogettazione messe in atto dalla Città Metropolitana nell’ambito della pianificazione strategica a valere sui fondi nazionali e comunitari.

“Ci siamo confrontati su alcuni temi che riguardano gli enti locali e che il ministero dell’Economia e delle finanze segue da diversi anni – ha spiegato il sindaco metropolitano Decaro -. Abbiamo discusso delle semplificazioni previste nel decreto che sarà approvato in giornata dal Consiglio dei Ministri. Decreto che prevede importanti riscontri rispetto alle richieste fatte dai Comuni, perché siamo convinti che in qualità di maggiori investitori di questo Paese sulle opere pubbliche, potevamo dire la nostra sulle semplificazioni necessarie alle procedure amministrative per permetterci di utilizzare l’ingente quantità di risorse che arriveranno ai Comuni e agli Enti locali con il PNRR. Certamente si poteva fare di più, su personale e semplificazioni, ad esempio, ma siamo fiduciosi di poter continuare a lavorare insieme e abbiamo avuto rassicurazioni in questo senso, anche dal viceministro presente qui oggi. Nell’incontro di questo pomeriggio, con i sindaci dei comuni dell’area metropolitana di Bari, abbiamo mostrato al viceministro e per suo tramite al Governo, un’esperienza di buona pratica amministrativa condotta dalla Città metropolitana di Bari, in cui i sindaci, insieme, hanno lavorato per la pianificazione degli interventi e gli investimenti delle risorse, arrivati direttamente alla Città metropolitana, in perfetta sintonia e con un’unica visione. Abbiamo dimostrato che è possibile per un ente gestire direttamente le risorse, mettendo da parte campanilismi territoriali e differenze politiche, per decidere insieme lo sviluppo di un territorio, anche vasto, come quello metropolitana di Bari. Lo facciamo oggi per dare corpo e forza alla richiesta di poter gestire direttamente, come Enti locali, in questo caso come Città metropolitana, una parte delle risorse del PNRR su cui il Governo in queste ore sta decidendo”.

A margine dell’incontro è stata illustrata al viceministro una presentazione degli asset principali del Piano strategico della Città metropolitana Ba2030 (in allegato) ed è stato siglato un accordo di collaborazione tra i sindaci dei comuni metropolitani, rappresentati dal sindaco di Acquaviva Carlucci e dal sindaco metropolitano Antonio Decaro, che disciplina le modalità operative di gestione condivisa degli interventi volti allo sviluppo strategico del territorio metropolitano per i prossimi anni sempre nel solco di un percorso di condivisione di idee e proposte in modo da consentire un armonico sviluppo delle progettualità a livello metropolitano.

Castelli, in precedenza, aveva visitato la caserma 'Partipilo' della GdF sul lungomare cittadino dove è stata accolta, tra gli altri, dal comandante regionale, il generale di Divisione Francesco Mattana: "La Guardia di Finanza - spiega Castelli - rappresenta, da sempre, un'importante punto di riferimento, e lo è ancora di più in questo difficile periodo storico caratterizzato dalla pandemia. A voi va il mio ringraziamento, e del Governo, per quanto avete fatto e per quanto farete. Dalle grandi operazioni, a quelle più impattanti sul territorio, come la lotta all'usura di quartiere, come quella emersa con l'indagine 'Cravatte rosa', che ha visto le donne nel duplice ruolo di vittime e carnefici, portate avanti attività estremamente importanti per la collettività. Su di voi - ha aggiunto - i cittadini ripongono grandi aspettative a presidio della legalità e della lotta all'evasione fiscale. La collaborazione, con le altre Istituzioni dello Stato, a partire dall'Agenzia delle Entrate, in questi anni, grazie anche alle norme che abbiamo introdotto, - ha concluso Castelli - si è trasformata in importanti operazioni di contrasto alle frodi carosello e ai fittizi crediti d'imposta". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla Città Metropolitana alla GdF, la giornata barese della viceministra Castelli: l'incontro con i sindaci del territorio

BariToday è in caricamento