Giovedì, 5 Agosto 2021
Politica

Accordi boss-politica, il Pdl denuncia Emiliano. Il sindaco: "Hanno detto da che parte stanno"

L'opposizione presenta un esposto dopo le dichiarazioni del primo cittadino sulle presunte 'trattative' tra la malavita locale e una parte della politica. Ma il sindaco contrattacca

Rapporti politici-malavita, il Pdl querela il sindaco Emiliano

Legami tra politica e malavita a Bari: Cea risponde al sindaco EmiliaE' Il Pdl presenta un esposto in Procura, il primo cittadino replica e contrattacca. E' ormai scontro aperto tra Michele Emiliano e l'opposizione di centrodestra dopo le parole pronunciate qualche giorno fa dal sindaco nel corso di una trasmissione televisiva sul rischio di presunte 'interlocuzioni' tra malavita e parte della politica locale in vista delle elezioni.

Dichiarazioni che avevano provocato la reazione indignata del centrodestra, che aveva invitato il sindaco a "dare conto ai pm delle sue parole". E ieri, come preannunciato, il Pdl è passato dalle parole ai fatti, consegnando un esposto-denuncia contro Emiliano nelle mani del Procuratore Laudati. "Nessuno ha il diritto di utilizzare e lanciare messaggi inquietanti di tipo politico-giudiziario", ha commentato il deputato del Pdl Francesco Paolo Sisto a margine dell'incontro.  "Nessuno può pensare di essere al di fuori o al di sopra della legge. Neanche e tantomeno il sindaco di Bari", ha spiegato ancora in un comunicato il senatore Luigi d'Ambrosio Lettieri, segretario del Pdl cittadino. "Con la nostra denuncia-querela consegnata stamane abbiamo voluto sancire un principio alla base di qualsiasi democrazia che voglia davvero essere tale nei fatti: e cioè l'impossibilità, da parte di chiunque, di poter dire quel che si vuole senza dimostrare che le cose che si dicono hanno un fondamento".

Ma il sindaco non ci sta, e con una nota diffusa in serata replica e contrattacca. "In questi nove anni l’Amministrazione comunale da me guidata ha tenuto fermissima la barra nella lotta alla criminalità organizzata", scrive il primo cittadino. "Nessuno può dunque meravigliarsi se qualche giorno fa ho espresso un monito nei confronti di coloro che governeranno la città in futuro, a non accettare mai interlocuzioni con esponenti della mafia barese, come purtroppo accaduto in passato e come accertato in numerosi processi conclusi con sentenze passate in giudicato". Poi la stoccata diretta al Pdl: "È singolare che rappresentanti di un partito, che in questa materia dovrebbe avere ben altre preoccupazioni a causa del frequente coinvolgimento di suoi esponenti di punta in procedimenti riguardanti la criminalità mafiosa presso tutte le più importanti Procure d’Italia, abbiano trovato il tempo per denunciare anziché la recrudescenza mafiosa di questi ultimi tempi, il sindaco che ha maggiormente contrastato questo fenomeno, non fosse altro perché il suo predecessore ne negava persino l’esistenza. Con questa denuncia il PDL ha detto inequivocabilmente da che parte sta".
 

 



Potrebbe interessarti: https://www.baritoday.it/politica/rapporti-politici-malavita-il-pdl-querela-il-sindaco-emiliano.html
Leggi le altre notizie su: https://www.baritoday.it/ o seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/BariToday/211622545530190

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accordi boss-politica, il Pdl denuncia Emiliano. Il sindaco: "Hanno detto da che parte stanno"

BariToday è in caricamento