Politica

Legge regionale contro l'omotransfobia, in via Capruzzi il sit-in di protesta delle associazioni

Davanti alla sede del Consiglio regionale la manifestazione promossa da Generazione Famiglia - Puglia con il sostegno dei rappresentanti locali di Fratelli d'Italia, per dire no alla legge in corso di approvazione

Manifestazione di protesta, questa mattina davanti alla sede del Consiglio regionale, per dire no all'approvazione della legge regionale contro l'omobitransfobia. Il sit-in, promosso da Generazione Famiglia - Puglia, ha visto la partecipazione di diverse associazioni 'pro famiglia' e degli esponenti di Fratelli d'Italia: l'onorevole Marcello Gemmato, e i consiglieri comunali Filippo Melchiorre e Michele Caradonna.

"Si parla di emergenza omofobia, ma a mio avviso in Puglia ci sono ben altre emergenze - ha commentato il parlamentare Gemmato intervenendo nel corso della manifestazione - quella dell'occupazione che porta migliaia di nostri laureati ad andare all'estero,  l'enmergenza xylella che vede desetificati migliaia di ettari delle nostre campagne salentine, c'è l'emergenza crminalità. Ma in tutto questo chi ci governa pensa che ci siano discriminazioni dal punto di vista etico e sessuale. Ma questo qui non avviene". Gemmato ha poi parlato di incostituzionalità della legge in esame da parte del Consiglio regionale - "Ci auguriamo che questa legge venga bocciata qualora dovesse essere approvata" - e ha fatto un riferimento alla questione della 'teoria gender' a scuola, contro cui, ha assicurato il parlamentare, "faremo le barricate".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Legge regionale contro l'omotransfobia, in via Capruzzi il sit-in di protesta delle associazioni

BariToday è in caricamento