menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Leo Palmisano apre la corsa alle Primarie del Centrosinistra per le Regionali di Puglia 2020: "Ambiente lavoro e lotta alle mafie"

Il sociologo, che sfiderà Michele Emiliano, Elena Gentile e Fabiano Amati, ha incontrato cittadini, attivisti ambientali, studenti, imprenditori e sindacati all'Officina degli Esordi

Entra nel vivo la corsa alle Primarie del Centrosinistra delle Regionali di Puglia 2020: Leonardo Palmisano, candidato di 'Puglia, ambiente e lavoro', ha inaugurato la sua campagna a Bari, con un evento all'Officina degli Esordi. Il sociologo, che sfiderà Michele Emiliano, Elena Gentile e Fabiano Amati, ha incontrato cittadini, attivisti ambientali, studenti, imprenditori e sindacati, presentando il suo programma, parlando di caporalato, accoglienza e mafie.

"La destinazione d’uso dei beni confiscati - ha affermato - deve essere prevalentemente di carattere produttivo. E per produttivo, intendo dire 'che produca lavoro'. È da qui che dobbiamo partire. E i regolamenti per l’assegnazione dei beni confiscati devono essere uguali in tutti i comuni pugliesi. Vincoliamo le amministrazioni a un regolamento uguale per tutti”. Palmisano ha invitato i sostenitori a partecipare a una grande manifestazione contro l'inquinamenito, in contrada Burgesi a Ugento (Lecce), per un appuntamento entro l'anno.  

A sostenere e affiancare Leonardo Palmisano, candidato alle primarie del centrosinistra con Ambiente e Lavoro Puglia, Nico Catalano, suo consulente politico: “La Puglia ha bisogno di persone credibili, vere, che abbiano la questa regione nel cuore, che mettano il cittadino al centro dell’azione e che possano coniugare lavoro e ambiente nel rispetto dei beni comuni”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento