“Bari tra le città meno verdi d’Italia. Alberi da monitorare per evitare rischi", il M5S critica il Comune

In una nota la candidata sindaco Elisabetta Pani e i consiglieri municipali sottolineano "un triste primato di cui l’amministrazione pare non curarsi abbastanza"

“Bari tra le città meno verdi d’Italia. Un triste primato di cui l’amministrazione pare non curarsi abbastanza". Il giudizio arriva dalla candidata sindaco del M5S, Elisabetta Pani e dai consiglieri municipali pentastellati Alessandra Simone, Claudio Carone, Vito Saliano: il riferimento è alla legge 10 del 14 gennaio 2013, riguardante norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani, con i Comuni al di sopra dei 15.000 abitanti chiamati a dotarsi di un catasto degli alberi. La legge prevede inoltre che ogni bambino nato o adottato venga piantato un nuovo albero dedicato e che i dati dei quest’ultimo vengano comunicati ai genitori del bambino: "L’amministrazione uscente - spiegano i pentastellati  - dovrà anche produrre un bilancio del verde da rendere noto due mesi prima della scadenza naturale del mandato, che dimostri l’impatto dell’operato dell’amministrazione sul verde pubblico".

“Saremmo curiosi di poter leggere la relazione finale – dichiarano i Portavoce del Movimento 5 Stelle ai Municipi Alessandra Simone, Claudio Carone e Vito Saliano - Ad oggi parrebbe che i provvedimenti previsti per legge non siano stati presi in considerazione, nonostante in questi anni più volte abbiano sollecitato e provato a sensibilizzare l’’Amministrazione ad adempiere a tale obbligo. Infatti, sia in Comune, attraverso apposite interrogazioni dei Portavoce comunali, sia in Municipio con appositi ordini del giorno approvati dagli stessi Consigli del Municipio 2 e 4, abbiamo ricordato l’importanza di questa legge che garantirebbe alle future generazioni la possibilità di godere di una città più verde e un monitoraggio costante delle vegetazione esistente. Non è difficile, infatti, - concludono i consiglieri - che dopo i forti venti alcuni alberi presentino lesioni ai rami o che addirittura si spezzino diventando potenzialmente pericolosi per le persone e le cose".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia 'promossa' da domenica? Dati Covid in miglioramento, si va verso la zona gialla

  • Verso il Dpcm del 3 dicembre, tra ipotesi di nuove restrizioni e deroghe per i ricongiungimenti familiari

  • Nuovo Dpcm: verso lo stop a spostamenti dai Comuni per Natale e Capodanno, dal 21 viaggi tra regioni solo per rientro nella propria residenza

  • L'indice Rt scende sotto l'1 in Puglia e Lopalco risponde ai medici: "Non siamo regione da zona rossa"

  • Scontro tra auto e bici sulla Statale 16 a Torre a Mare: muore ciclista 31enne

  • Tragico incidente sulla statale 16 a Bari: impatto tra auto e camion, muore donna

Torna su
BariToday è in caricamento