menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il M5S scalda i motori verso le Comunali: "Il programma lo scriviamo con i cittadini"

Il percorso partecipato comincerà domani pomeriggio con un incontro aperto in via Manzoni. Sulle candidature è ancora presto: "L'ultimo dei problemi" spiega il consigliere Sabino Mangano

Non un sindaco, ma 325mila, quanti i cittadini baresi, perché "metteremo su un programma credibile, attuabile e partecipato". Anche il Movimento Cinque Stelle comincia a scaldare i motori in vista delle Comunali 2019,  con Bari chiamata a scegliere se riconfermare Antonio Decaro o cambiare sindaco. I pentastellati cominciano dal basso, sondando la gente e le istanze che provengono dalla collettività. L'appuntamento sarà per domani pomeriggio (dalle 18) nella sede di via Manzoni: lì i cittadini potranno presentare le loro proposte. Gruppi di lavoro dedicati e divisi per temi approfondiranno i vari aspetti della vita di una città, dalla sicurezza all'ambiente, dalle periferie, al lavoro alla cultura. Incontri che serviranno a tracciare pezzo dopo pezzo una visione futura della città, da realizzare se il M5S conquisterà il Comune: "Saranno confronti informativi e formativi - spiega il consigliere comunale Sabino Mangano - . Per noi è più importante dare qualcosa di certo ai cittadini. Un programma credibile, attuabile, con le figure preposte per realizzarlo e metterlo in opera. A differenza di chi oggi sui vari media si dimostra interessato alla propria candidatura a sindaco, noi, invece siamo, come sempre abbiamo fatto negli ultimi 15 anni di Movimento, intenzionati a parlare di temi". 

"C'è chi si reinventa vergine della politica"

Il Movimento, in ogni caso, dà il via alla prima fase del programma, attendendo, invece, per scegliere il candidato sindaco: "Si tratta di una discussione remota - aggiunge Mangano -, per noi l'interesse prioritario è la partecipazione. Le candidature sono l'ultimo dei problemi. E' questa la grande differenza tra noi, i partiti e le pseudo liste civiche che cercano di imitarci. Come ricorda Casaleggio, una persona può credere alle parole ma crederà sempre agli esempi. noi siamo l'esempio della coerenza dimostrata in tutti gli ambiti, da quello locale a quello nazionale. Gli altri raccontano storie irrealizzabili". Su questo aspetto Mangano lancia stoccate a due possibili 'competitor' del Movimento nella corsa a sindaco: "C'è chi si reinventa - afferma - vergine della politica quando magari è già in campo da oltre 30 anni come l'ex presidente del Consiglio comunale Pasquale Di Rella e l'ex senatore Massimo Cassano che, in questi giorni, hanno espresso la loro intenzione di fare il candidato sindaco di Bari. Per decenni hanno avuto ogni modo di dare un messaggio ai cittadini e invece non l'hanno fatto". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento