Martedì, 3 Agosto 2021
Politica

Regionali 2015, Il M5S sceglie Laricchia: "Vendola? Bilancio di sprechi"

Ventotto anni, di Adelfia, laureanda in architettura, sarà la candidata portavoce alla presidenza pugliese: "Il nostro programma in 5 punti, acqua pubblica, ambiente, trasporti, connettività e sviluppo. Emiliano? Non è rinnovamento"

"Troppo giovane per questo ruolo? Sono solo la faccia di un gruppo di persone e in ogni caso la generazione che ha creato la crisi in cui ci ritroviamo, non può pretendere di risolverla". Il Movimento Cinque Stelle ha scelto Antonella Laricchia, 28 anni, di Adelfia, laureanda in Architettura, come candidata-portavoce alla presidenza della Regione Puglia, in vista delle elezioni di Primavera.

Gli attivisti l'hanno premiata due volte, inizialmente nella rosa dei candidati al Consiglio per la provincia di Bari, poi come nome di punta del Movimento che cercherà per la prima volta di varcare le porte dell'assemblea di via Capruzzi, spesso negate agli stessi esponenti Cinquestelle anche semplicemente per assistere alle sedute: "Vogliamo proprio cambiare l'accesso - spiega Laricchia - pubblico, i cui posti sono assegnati ad alcuni partiti in base a regole di 20 anni fa. Ci piacerebbe che alcuni di questi fossero destinati ai partiti minori e alla rappresentanza di chi si è astenuto dalle elezioni". 

Desiderio e speranza di cambiamento che si riflette nel programma del Movimento, in fase di ultimazione, dopo essere stati i primi ad espletare la selezione dei candidati-portavoce: "Sette tavoli tematici assieme agli attivisti pugliesi - afferma Laricchia - e cinque punti principali, ovvero acqua pubblica, ambiente, trasporti, connettività e sviluppo. Il bilancio del governo Vendola è fatto di comportamenti che hanno generato sprechi e chiudono il mercato del lavoro. Abbiamo ricevuto molte segnalazioni su presunte anomalie riguardanti bandi sull'imprenditoria giovanile. In un caso come quello di Informa Puglia, si è poi arrivati al Tar. Sui rifiuti, inoltre, ci sono stati ritardi nella gestione delle Aro, come segnalato da una nostra lettera al governatore. Sel non si è sempre comportata in modo ecologico".

Nella corsa alla Regione,iIl M5S, dovrà arginare la candidatura di Michele Emiliano, in campo già da alcuni mesi e al centro di una coalizione ampia che guarda a centro e a sinistra: "Emiliano - dice Laricchia, punzecchiata proprio dall'ex sindaco su twitter - rappresenta la stessa amministrazione attualmente in carica. Nel Pd a mio avviso ci sono anche alcuni militanti onesti, specie tra i più giovani, ma non hanno alcun peso decisionale. Non mi fido affatto del Pd e non credo in un loro rinnovamento. Einstein diceva che è follia fare risultati diversi facendo la stessa cosa".

Il Movimento esprime anche la sua posizione sulla legge elettorale, attualmente in discussione in Consiglio: "E' assurdo - sostiene Laricchia - che non vi la possibilità per il candidato presidente giunto al terzo posto, di entrare in assemblea. Vorremmo anche proporre l'introduzione delle preferenze negative, come già sperimentato in Svizzera". Dopo la fase di selezione, il M5S entrerà nel vivo della campagna elettorale, con un tour nelle piazze pugliesi. a partire proprio dalle prossime settimane.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regionali 2015, Il M5S sceglie Laricchia: "Vendola? Bilancio di sprechi"

BariToday è in caricamento