Venerdì, 6 Agosto 2021
Politica

Magrone e la mistificazione sistematica della realta’

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Prosegue la strategia da Soviet russo della maggioranza Magrone con un "manifestino" messo su ad arte per provare a mistificare e stravolgere la realtà dei fatti.

Nello stesso si mette in relazione - con un artifizio funambolico ed ingannevole - la riduzione dell'addizionale comunale IRPEF operata da Magrone (e su cui non possiamo che esprimerci favorevolmente!) alla proposta di esentare dall'IMU le seconde case concesse in comodato d'uso ai familiari.

Proposta - giova ricordarlo a chi si finge smemorato - immaginata, elaborata e protocollata in piena autonomia da FRATELLI D'ITALIA MODUGNO in data 14.11.2013 e successivamente fatta propria dalla minoranza consiliare durante lo scorso Consiglio Comunale di lunedì 18.11.2013.

E' bene chiarire che i due aspetti (RIDUZIONE IRPEF ed ESENZIONE IMU) non sono assolutamente in relazione, né tantomeno la nostra proposta intendeva porli in connessione!

Così come è bene ribadire un particolare volutamente omesso nel manifesto orwelliano partorito da Magrone & C.: l'esenzione IMU è garantita da una Legge dello Stato (n. 124 del 28.10.2013) che destina ben 18,5 milioni di euro a favore dei Comuni.

E Modugno non sarà tra questi Comuni a causa di una decisione politica INUTILMENTE VESSATORIA della maggioranza!

Ma, a quanto pare, la campagna mistificatoria non è finita qui!

Nella 'locandina di regime' si omette un altro 'particolare' FONDAMENTALE: Magrone e la sua maggioranza hanno aumentato di ben 0,4 punti l'aliquota ordinaria IMU 2013.

E l'hanno aumentata praticamente A TUTTI (seconde case, attività commerciali e artigiane, capannoni, etc.), portandola dal 10‰ all'attuale 10,40‰.

Un vero e proprio salasso che Magrone si vede bene dal citare nel comunicato e che costerà altri 100 mila euro alle già provate famiglie modugnesi.

Altro che governo PD - PDL ed il tentativo, già messo in atto troppe volte in soli 5 mesi, di spostare l'attenzione dei modugnesi su tematiche di natura nazionale!

Al massimo siamo noi di Fratelli d'Italia che, stando fieramente all'opposizione in Parlamento, possiamo permetterci di denunciare a testa alta le brutture del Governo Letta che, sin dal suo insediamento, sta affamando gli italiani e provando a svendere la nostra Patria a consorterie e gruppi di interesse esteri.

A Magrone non resta che scimmiottare tale atteggiamento, avendo lui per primo nella sua stessa maggioranza fior di sostenitori e simpatizzanti della politica nazionale del Partito Democratico.

Tra la copia e l'originale, noi di Fratelli d'Italia Modugno, sappiamo chi scegliere!

Danilo Sciannimanico

Portavoce Costituente FdI Modugno

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Magrone e la mistificazione sistematica della realta’

BariToday è in caricamento