Sabato, 18 Settembre 2021
Politica Via Sparano da Bari

'Mai più fascismi', anche a Bari il sit-in promosso dalla Cgil: "Serve reazione di tutte le forze democratiche"

Presentata l'iniziativa nata in risposta ai fatti di Macerata. Nel pomeriggio presidio in via Sparano. Il segretario regionale Gesmundo: "Preoccupa clima di impunità perchè chi si richiama a idee violente e autoritarie"

"I recenti episodi di cronaca, il più grave e preoccupante quello di Macerata, chiamano le forze democratiche del paese a reagire, a dare un segnale oltre che lanciare un appello alle istituzioni tutte". Nasce così 'Mai più fascismi', l'iniziativa promossa dalla Cgil Puglia, in collaborazione con il Coordinamento regionale antifascista, Anpi, Arci, Libera, Rete della Conoscenza, Link e Uds.

Le ragioni della mobilitazione sono state illustrate in mattinata in un presidio svoltosi in Piazza Madonnella.

"Siamo molto preoccupati per il clima di impunità con cui aggregati neofascisti si richiamano a quelle idee violente e autoritarie – commenta Pino Gesmundo, segretario generale della Cgil Puglia -, diffondendo il virus dell’intolleranza razziale, attraverso una propaganda populista che soffia sul fuoco degli egoismi, che alimenta discriminazioni e chiusure spesso verso i più deboli. Condizione favorita dalla mancanza di risposte al diffuso disagio sociale, e su troppe persone fanno presa e minano la fiducia verso le istituzioni. Il rialzare la testa di gruppi estremisti e neofascisti, protagonisti di azioni dimostrative ed episodi di intimidazione e violenza, forse con ritardo hanno determinato un allarme democratico".

"Terremo aperte le nostre Camere del Lavoro Territoriali - spiega ancora Gesmundo - per discutere e confrontarci su questi temi, inoltre organizziamo presidi pubblici per la diffusione del manifesto appello e la raccolta delle firme della campagna Mai più fascismi". La mobilitazione, indatti, si unisce a una raccolta firme che è un invito allo Stato a operare "perché manifesti pienamente la natura antifascista in ogni sua articolazione, impegnandosi in particolare sul terreno della formazione, della memoria, della conoscenza e dell'attuazione della Costituzione, e affinché si applichino integralmente le leggi Scelba e Mancino che puniscono ogni forma di fascismo e di razzismo".

Il sit-in in centro

Alle 17, in via Sparano, si è tenuto invece un sit-in contro tutti i fascismi, replicato anche negli altri capoluoghi di provincia pugliesi. All'evento ha partecipato anche il sindaco di Bari, Antonio Decaro.  "Orgogliosamente antifascisti, democratici, antirazzisti - spiega in una nota la Cgil - Siamo in piazza per il rispetto della Costituzione: chiediamo che vengano sciolti i gruppi neofascisti subito. Per la democrazia, la legalità, la libertà, il rispetto dell'altro e per la memoria, che va praticata ogni giorno".

27654887_1619298128153955_8406658897324410117_n-2

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Mai più fascismi', anche a Bari il sit-in promosso dalla Cgil: "Serve reazione di tutte le forze democratiche"

BariToday è in caricamento