Politica

Marò, Fitto sul ritorno di Girone: "Strafelice, ma non chiamatelo successo"

Il leader di Conservatori e Riformisti commenta su Facebook il ritorno del fuciliere in Italia. I consiglieri Cor: "Chi ascrive a sè il risultato non dimentichi che nel frattempo si sono succeduti ben tre governi"

"Felicissimi di riabbracciare Salvatore Girone, il nostro marò ingiustamente detenuto in India da troppo tempo. Sono strafelice, ma non chiamatelo successo". Così il leader dei Conservatori e Riformisti, Raffaele Fitto, commenta sulla sua pagina Facebook la notizia del rientro di Salvatore Girone in Puglia.

Sulla vicenda sono intervenuti anche i consiglieri regionali del gruppo Cor. "Bentornato Salvatore - scrivono in una nota - La tua famiglia, Bari, la Puglia ha atteso questo momento da oltre quattro anni. I facili entusiasmi di chi ascrive a sé questo risultato, dimenticando che nel frattempo si sono succeduti ben tre governi e compiuto azioni più di disturbo che di facilitazione alla risoluzione della vicenda, si impegni ora ad ottenere un ben più importante risultato: quello che i due fucilieri di Marina abbiano un giusto processo in Italia. Sarebbe decisamente ingiusto che due militari italiani, in azione in acque internazionali per conto di una missione internazionale, possano essere giudicati con un ordinamento diverso da quello italiano".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marò, Fitto sul ritorno di Girone: "Strafelice, ma non chiamatelo successo"

BariToday è in caricamento