rotate-mobile
Politica

Via libera del Consiglio di Stato ai cantieri per il nodo ferroviario a sud di Bari, Maurodinoia: "Opera strategica"

L'assessora regionale ai Trasporti commenta la sentenza con cui i giudici hanno accolto il ricorso di Rfi sospendendo quella del Tar Puglia: "Importante che la vicenda giudiziaria si chiuda quanto prima senza vanificare gli investimenti fatti e gli impegni presi"

Possono ripartire i lavori del Nodo Ferroviario di Bari Sud nella tratta Bari Centrale-Torre a Mare. Il Consiglio di Stato, infatti, ha accolto il ricorso di RFI e ha sospeso l’esecuzione della sentenza del Tar di Puglia, che due mesi fa aveva annullato l'autorizzazione paesaggistica data dalla Regione Puglia per il progetto della nuova linea ferroviaria nella zona di Lama San Giorgio.

“Anche se si tratta di una sospensiva in sede cautelare, e l’udienza di merito si terrà il prossimo marzo, al momento possiamo dirci sollevati – ha commentato l’assessora regionale ai Trasporti, Anita Maurodinoia -. Con questa vicenda giudiziaria, infatti, potrebbero essere messi a rischio i finanziamenti del PNRR, in quanto si potrebbe non rispettarne i tempi perché costretti a bloccare nuovamente lavori. Il nodo ferroviario è un’opera strategica fondamentale per ridisegnare la viabilità sia ferroviaria che stradale a sud di Bari, per riqualificare il litorale e per migliorare i collegamenti tra la città, le periferie e i comuni dell’hinterland, il tutto nel rispetto dell’ambiente e della sostenibilità. E’ importante quindi che la vicenda giudiziaria si chiuda quanto prima senza vanificare gli investimenti fatti e gli impegni presi.”

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via libera del Consiglio di Stato ai cantieri per il nodo ferroviario a sud di Bari, Maurodinoia: "Opera strategica"

BariToday è in caricamento