menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Melchiorre (Fratelli d'Italia-An): "Parchimetri senza pos, dal primo luglio valanga di ricorsi"

Il consigliere solleva la questione relativa all'obbligo previsto dalla legge finanziaria: "L'amministrazione Decaro procede a vista"

"A fine 2015 la legge finanziaria prevede l'obbligo del pos sulle colonnine che erogano i grattini. La legge prevede infatti, che senza un parcometro dotato di pos nelle vicinanze, l'impossibilità da parte degli accertatori di poter erogare delle sanzioni. In sostanza senza la possibilità di poter pagare con il bancomat o con la carta di credito l'automobilista può non pagare il grattino".

 

"La legge per la verità, lascia una scappatoia: 'se le amministrazioni dimostrano che la mancata sostituzione dei parcometri sia causata  da una oggettiva impossibilità tecnica (anche se nessuno sa cosa significhi) si potrebbero evitare i possibili ricorsi. Ma per impedire azioni giudiziarie  andrebbe adottato un atto amministrativo o andrebbe formulata richiesta di parere come già altre Amministrazioni più avvedute hanno già fatto per chiedere al Governo Renzi un provvedimento legislativo riparatore. Ancora una volta l'amministrazione Decaro procede a vista, nonostante lo stesso Sindaco passi come 'grande esperto' di mobilità, creando tensioni sociali tra cittadini, ausiliari del traffico, vigili urbani e pubblica amministrazione". Lo afferma in una nota il consigliere comunale di Fratelli d'Italia - An, Filippo Melchiorre.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento