Mercato ortofrutticolo, Melini: "Giunta proroga le concessioni nell'ultimo giorno utile, operatori non coinvolti"

La consigliera di opposizione attacca la delibera approvata dalla giunta: "Crea ancora più confusione. La giunta ha scelto di non investire nella struttura di via Caracciolo, nonostante fosse obbligata dal regolamento"

"Finalmente arriva in Giunta la delibera che proroga le concessioni del MOI, arriva esattamente il giorno prima della scadenza e senza aver mai coinvolto gli operatori del Mercato sul loro futuro. Un atto dovuto, ma tardivo e con una delibera che crea ancor più confusione".

La consigliera d'opposizione Irma Melini (ScelgoBari), in una nota, attacca l'amministrazione sulla questione relativa al Mercato Ortofrutticolo all'Ingrosso di via Caracciolo. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Trovo vergognoso - scrive Melini nella nota - che l'Amministrazione comunale non rispetti la dignità dei lavoratori, ancor più di coloro che operano all'interno di strutture comunali e che riconoscono un affitto all'Amministrazione. Si legge in questa delibera che "eventuali interventi sostanziali, manutentivi e di ripristino [...] risulterebbero significativamente onerosi". Una scelta chiara quella di questa Amministrazione di non investire sulla struttura di via Caracciolo, peraltro vincolata dalla Soprintendenza. Eppure, negli ultimi cinque anni il Comune di Bari ha incassato 2 milioni e mezzo di proventi dai Mercatali, che secondo di Regolamento comunale aveva l'obbligo di reinvestire esclusivamente all'interno della struttura stessa.  Quindi, come sapevamo già, tutti restano all'interno della struttura di via Caracciolo, resa fatiscente dal Comune di Bari, e la "proroga tecnica" è vincolata "fino all'avvenuta realizzazione della nuova struttura annessa è integrata al MAAB", comunque "non oltre il 31/12/2021". Peccato che del nuovo lotto si parli dal 2015 e che la ricapitalizzazione da parte del Comune, che serve anche a questa nuova opera, non sia ancora avvenuta e scadeva il 31 agosto scorso.  Continuerò ad insistere affinché sia applicato il Regolamento a tutela degli operatori di via Caracciolo e affinché il Maab apra quanto prima".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piccioni su balconi e grondaie: i sistemi per allontanarli da casa

  • Uccide fidanzato della ex, accoltella la ragazza e il padre della vittima. arrestato 26enne a Bitetto

  • Pestato brutalmente per strada, morto dopo due giorni di agonia in ospedale. arrestato pregiudicato al San Paolo

  • Operatrice positiva al Covid, chiude asilo nido a Bari

  • Positiva al covid rompe la quarantena ed esce a fare la spesa: denunciata una donna nel Barese

  • A Bari vecchia 38 positivi al Covid e Decaro mette in guardia i residenti: "A breve confronto con i gestori dei locali"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento