menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Soldi ai comuni per ospitare migranti? Ricatto", centrodestra contro piano Anci

Protesta, davanti alla Prefettura, di alcuni consiglieri comunali di opposizione de dei rappresentanti di Noi con Salvini: "Rifugiati? In gran parte sono solo migranti economici"

"Ci troviamo in una situazione drammatica e facciamo incontri carbonari con i sindaci. Chiediamo vengano rimpatriati coloro che non hanno le condizioni di rifugiati": conferenza stampa di una parte del centro-destra barese, questa mattina, davanti alla Prefettura, per protestare contro il piano Anci che prevede incentivi di 500 euro per ogni richiedente asilo accolto nei comuni, in proporzione al numero degli abitanti della città. Davanti al Palazzo del Governo si sono dati appuntamento i consiglieri Filippo Melchiorre (Fratelli d'Italia) e Giuseppe Carrieri, assieme a Rossano Sasso, responsabile pugliese di Noi con Salvini: "Pur di convincere i sindaci - ha affermato quest'ultimo - stanno facendo passare l'idea che per dare i servizi alla popolazione bisogna accogliere finti profughi. Solo il 4% delle domande viene accolto e il 37% ottiene protezione sussidiaria. I sindaci si sono riuniti in gran segreto qualche giorno fa e i cittadini non devono accettare questa truffa. Propongo a Decaro di utilizzare le 500 euro per darle a chi vuole ospitare i terremotati del centro Italia".

La proposta trova il consenso di Melchiorre, confermando un progressivo avvicinamento tra il centrodestra e i salviniani in città: "Da un lato la mancata assistenza in un hotel dell'Abruzzo sepolto dalla neve, dall'altra corsie per le vaccinazioni strapiene, caldaie che non funzionano nelle scuole. E noi? Ricompensiamo i clandestini. Non significa essere irrispettosi degli esseri umani. Mi chiedo, inoltre, come mai vengano in Puglia solo uomini e non donne e bambini, solo determinate fasce della popolazione. Riteniamo sia una strategia. Chiediamo un vero e proprio blocco navale per impedire ulteriori accessi".

"Si tratta - aggiunge infine Carrieri - in grandissima parte di migranti economici. Nessuno accoglieva così gli italiano quando andavamo in America. Inoltre, nella distribuzione, non si sta tenendo conto del 2,5 per mille rispetto alla popolazioni. Modugno ha il 58% di migranti in più rispetto a quanto previsto, così come Gravina, Gioia e Bitonto. Siamo stati fin troppo ospitali fino ad ora". La mobilitazione del centrodestra non finirà qui, anche perché nelle prossime settimane vi sarà un incontro operativo, sempre in Prefettura, con la presenza degli amministratori locali, per definire il tutto nel dettaglio. Non tutti, però, sarebbero d'accordo: "Il sindaco di Locorotondo - afferma Sasso - ha mostrato la sua contrarietà. Se necessario prenderemo iniziative visibili, sempre nel rispetto della legge, per contrastare il piano".

               

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento