Politica

Dimissioni Decaro, Centrodestra compatto? Di Paola si smarca: "Pensare alla città"

Il leader di Impegno Civile annuncia il suo dissenso rispetto alla nota delle Opposizioni che chiedevano un passo indietro del sindaco: " Non ci interessano i regolamenti dei conti nei partiti e tra i partiti"

Centrodestra compatto nell'invocare il passo indietro del primo cittadino di Bari Antonio Decaro dopo la sconfitta del Sì al Referendum Costituzionale di domenica scorsa? A quanto pare no: questa mattina il leader di Impegno Civile, Mimmo Di Paola, si smarca dalla richiesta delle opposizioni, manifestando un'opinione contraria rispetto a quella del suo collega di partito a Palazzo di Città, Giuseppe Carrieri, il quale aveva firmato la nota contro il primo cittadino assieme ai colleghi Melchiorre, Finocchio e Romito: "Chiedere le dimissioni di Decaro - spiega l'ex candidato sindaco - non c'entra nulla ed è un grave errore che non appartiene ad Impegno Civile per Bari. Lo schiaffone ricevuto dal Presidente Di Rella - prosegue Di Paola - l'incapacità di dare una governance e fornire servizi economici ed efficienti di pulizia e trasporto nella nostra città, la Fiera del Levante ed il Petruzzelli, la vicenda Stadio S Nicola, il pessimo funzionamento della macchina amministrativa, le puntuali e severe censure degli ispettori del MEF sulla composizione ed i costi del suo staff, e la lista potrebbe andare ancora avanti".

"Queste le cose che lamentiamo e su cui chiediamo conto a voce dei nostri concittadini. Non ci interessano i regolamenti dei conti nei partiti e tra i partiti - conclude  Mimmo Di Paola - ed il risultato referendario conforta ancora di più l'opinione di Impegno Civile per Bari che occorre un nuovo progetto per la nostra città basato su una visione adeguata alla sua storia e su gente capace fuori dalle alchimie politiche".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dimissioni Decaro, Centrodestra compatto? Di Paola si smarca: "Pensare alla città"

BariToday è in caricamento