Mercoledì, 28 Luglio 2021
Politica

Modugno, il sindaco Magrone presenta la nuova giunta: "Sei professionisti lontani dai partiti"

Questa mattina la presentazione degli assessori che affiancheranno l'ex magistrato: quattro uomini e due donne, che in passato non hanno mai ricoperto incarichi politici. Magrone: "E' una Giunta 'senza bandierine'"


Una giunta "senza bandierine", fatta di professionisti che in passato non hanno mai ricoperto incarichi politici, perchè "la Giunta non è un organo politico ma l'organo operativo, tecnico, della macchina amministrativa. Non sono giunte correttamente costituite quelle che rispondono al criterio della spartizione tra liste e partiti". Così questa mattina il neosindaco di Modugno, l'ex magistrato Nicola Magrone, ha presentato l'esecutivo che lo affiancherà alla guida della città. Quattro uomini e due donne, scelti - ha precisato Magrone - non per la loro apparteneza politica ma sulla base delle "attitudini personali"e delle loro "capacità".

"Mi sono sintonizzato sui temi con i movimenti che hanno costituito la coalizione - ha continuato il sindaco - e ho cercato di ricondurre il tutto a una possibile unità con questa ipotesi di lavoro".  "Gli amministratori - ha aggiunto - non devono fare della politica una professione. Gli assessori non sono sul primo gradino di una carriera ma devono eseguire le linee politiche che vengono dal Consiglio comunale, che è l'organo sovrano".

GLI ASSESSORI - All'avvocato Emilio Petruzzi, 46 anni, vicesindaco, le deleghe a Contratti, Appalti, Affari generali, Personale, Servizi demografici, Polizia locale e Protezione civile. Il commercialista 54enne Leonardo Banchino si occuperà di Programmazione, Bilancio, Politiche fiscali, Entrate. Tina Luciano, imprenditrice 48enne, di Attività produttive, Agricoltura, Sviluppo sostenibile, Ambiente, Politiche comunitarie. All'ingegnere Agostino Romita, 67 anni, le deleghe a Mobilità e Viabilità urbana, Trasporti, Edilizia pubblica e privata, Urbanistica. Alla 32enne Rosa Scardigno, docente universitaria, Politiche sociali e del lavoro. Francesco Taldone, 44 anni, critico letterario, si occuperà di Pubbblica istruzione, Beni culturali, Cultura e spettacolo, Sport, Politiche giovanili.

"UNITI NELLA DIFESA DELLA COSTITUZIONE" - "Quella guidata da me - ha detto ancora Nicola Magrone - è una coalizione che "ha trovato il proprio collante nella difesa della Costituzione italiana e nella resistenza ai continui tentativi di smantellare il sistema dei diritti scritto nella Carta costituzionale". E non sarà una "maggioranza barbara", ma sarà pronta al contrario "a strappare dalla minoranza tutte le proposte utili e farle nostre", ha detto il sindaco. In questa prospettiva l'idea è di affidare la vicepresidenza del Consiglio comunale all'opposizione. Il primo Consiglio comunale si prevede entro la prima metà di luglio dal momento che non ha ancora concluso il proprio lavoro la Commissione elettorale che dovrà proclamare l'elezione dei consiglieri comunali. La Giunta, però, è già al lavoro. "Non è un'eredita leggera. Il Comune è disastrato - ha detto Magrone - e avremo bisogno di una fase iniziale di studio delle questioni da affrontare, senza tuttavia tardare nell'affrontare le questioni più scottanti". "Ma questo - ha concluso - è un paese che i talenti ce li ha e dobbiamo fare in modo che vengano fuori, per farci aiutare da tutti a rimettere in sesto Modugno".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Modugno, il sindaco Magrone presenta la nuova giunta: "Sei professionisti lontani dai partiti"

BariToday è in caricamento