Modugno: si insedia il neosindaco, ma la prescrizione non arriva

Domenico Gatti, del Partito Democratico, è imputato in un processo per falsità ideologica in atti pubblici. A maggio si era candidato con la promessa che fino al momento della sua eventuale elezione il reato sarebbe stato prescritto. Ma i calcoli sarebbero stati sbagliati: la prescrizione non arriverà prima del 2012

Il primo consiglio comunale a Modugno dopo le elezioni di fine maggio che hanno sancito la vittoria di Domenico Gatti, candidato sindaco del Pd, si è tenuto qualche giorno fa. Il nuovo sindaco si è dunque messo all'opera, ma sulla sua testa pende un'anomalia. Già prima delle elezioni, infatti, il caso di Gatti era balzato all'attenzione della cronaca poltica nazionale poichè il 40enne esponente del Pd locale si sarebbe candidato a sindaco nonostante fosse imputato in un processo per falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici.

I fatti riguardano una questione relativa ad alcuni lavori edili, e risalgono a quando Gatti lavorava per l'Istituto Case popolari di Bari: direttore dei lavori di alcuni cantieri di proprietà Iacp, è accusato di aver falsificato un documento sullo stato di avanzamento di lavori per la ristrutturazione di case popolari a Sannicandro (Bari), documento obbligatorio per le opere pubbliche, liquidando a un'impresa edile denaro per lavori che invece non erano stati compiuti. Gatti rimase coinvolto nel 2003 in un'inchiesta che riguardava l'allora presidente dell'Istituto autonomo case popolari, Gaetano Mossa, che poi venne anche arrestato con altri sei dirigenti dell'istituto per presunte irregolarità compiute tra il 1999 e il 2004. Il 2 febbraio 2007 il gip Antonio Lovecchio rinviò a giudizio 12 persone tra cui Gatti, che fu imputato "per i reati di cui agli articoli 81, 479 in relazione all'articolo 476 codice penale perché in esecuzione di un medesimo disegno criminoso nella sua qualità di pubblico ufficiale attestava falsamente gli stati di avanzamento lavori 1 e 2 dell'appalto affidato all'impresa Multimedia costruzioni".

In occasione delle elezioni amministrative dello scorso maggio Gatti riuscì comunque a candidarsi affermando che sarebbe riuscito ad ottenere la prescrizione prima del suo eventuale insediamento come sindaco. Ma secondo quanto affermato oggi dal legale di Gatti, l'avv.Tommaso Barile, la prescrizione non arriverà prima del prossimo anno (il 2012): pare che fossero stati sbagliati i conti e, dunque, la prescrizione che sarebbe dovuta arrivare in un'udienza processuale di un paio di settimane fa è ancora lungi da venire.

(Ansa)
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni regionali Puglia 2020: i risultati delle liste, preferenze e consiglieri eletti

  • Elezioni Regionali Puglia 2020: i risultati in diretta

  • Regionali Puglia 2020, chiusi i seggi nella prima giornata di voto: corsa a otto per la presidenza

  • Regionali Puglia 2020, i risultati: preferenze consiglieri Partito Democratico

  • Verso il nuovo Consiglio regionale, i nomi: Lopalco superstar, boom Paolicelli e Maurodinoia. A destra c'è Zullo, M5S con Laricchia

  • Regionali Puglia 2020: i risultati | Percentuali e voti dei candidati presidente

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento