Politica

Movimento 5 stelle, i parlamentari pugliesi restituiscono i soldi degli stipendi

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

I parlamentari del Movimento 5 Stelle hanno restituito ieri allo Stato un milione e 570mila euro.
E' questo il risultato del taglio delle eccedenze non spese della diaria e della metà dell'indennità di ciascun deputato e senatore. Lo ha annunciato il capogruppo M5S alla Camera Riccardo Nuti nel corso di una conferenza stampa a Montecitorio, alla quale è seguita una manifestazione di fronte al palazzo della Camera per celebrare quello che i "grillini" chiamano Restitution Day,Si tratta in ogni caso di una novità assoluta, dal momento che per la prima volta degli eletti versano la parte eccedente del loro stipendio in un "fondo di ammortamento del debito pubblico" predisposto all'occorrenza.

Sul suo blog Beppe Grillo ha scritto: "Dopo i 42 milioni di euro dei rimborsi elettorali, il M5s restituisce oltre un milione e mezzo di euro, versati nel fondo di ammortamento del debito pubblico, risparmiati in appena due mesi e mezzo di legislatura. Se i partiti facessero lo stesso si risparmierebbero 40 milioni l'anno. I deputati hanno restituito 1.061.455 di euro, i senatori 508.495 di euro. In tutto i gruppi parlamentari del M5s hanno restituito allo Stato 1.569.951,48 di euro. I partiti a fine luglio prenderanno un'altra rata dei rimborsi elettorali di 90 milioni di euro".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Movimento 5 stelle, i parlamentari pugliesi restituiscono i soldi degli stipendi

BariToday è in caricamento