Il M5S a Bari dice no ad alleanze con il centrosinistra e perde pezzi: Moncada (Municipio 2) approda nel Misto

Ieri, una nota dei consiglieri pentastellati aveva ribadito di non voler diventare 'partner' del Pd per la gestione locale a Bari. Stamane, invece, l'ufficialità dell'abbandono del Movimento da parte del consigliere municipale

italo Carelli e Antonello delle Fontane

Il Movimento Cinque Stelle al Comune di Bari e nei Consigli municipali del capoluogo dice no ad alleanze con il centrosinistra ma perde pezzi nel Municipio 2. Ieri, una nota dei consiglieri pentastellati aveva ribadito di non voler diventare 'partner' del Pd per la gestione locale a Bari: "In Regione - si legge - , così come al Comune e nei Municipi, la legge elettorale attribuisce una maggioranza netta e i cittadini in ben due tornate elettorali ci hanno scelti per rappresentarli all’opposizione che è quello che ogni giorno cerchiamo di fare al meglio all’interno delle istituzioni, discutendo con le altre forze politiche solo nel merito dei temi.  Con il PD, attuale forza di maggioranza locale, non abbiamo neanche la stessa visione di città, abbiamo diverse priorità, quindi non vediamo proprio condizioni per una convergenza politica".

"A seguito anche del confronto tenutosi con attivisti e gruppi di lavoro - prosegue la nota -, noi restiamo coerenti con la volontà espressa dai nostri elettori lo scorso anno. Continuiamo a svolgere il nostro ruolo di opposizione costruttiva e propositiva e siamo pronti a ribadire la nostra posizione anche in vista degli Stati Generali del Movimento".

Sull'argomento è intervenuta la candidata presidente alle ultime Regionali per il Movimento, Antonella Laricchia: "Il M5S resta la valida alternativa al centrodestra e al centrosinistra. Condivido la scelta del M5S Bari. Da noi - aggiunge Laricchia - nel Movimento 5 Stelle, il territorio decide, perchè gli attivisti e i rappresentanti del territorio conoscono le realtà locali"

C'è però qualcuno in disaccordo: il consigliere pentastellato al Municipio 2, Vincenzo Moncada, ha annunciato la sua uscita dal gruppo per approdare al Misto. Per l'esponente politico si è trattato di "una decisione sofferta  ma necessaria. Questo perché ritengo troppo intransigente, irresponsabile e per certi versi ottusa, la valutazione dei portavoce del M5S, che a mio avviso non tiene conto delle priorità e delle contingenze e di un ragionamento di ampio respiro”. “Questa posizione – sottolinea il capogruppo dimissionario – oppositiva a priori, è in contrapposizione a quella votata sulla piattaforma ‘Rousseau’ ad agosto, a livello nazionale, favorevole invece ad accordi con i partiti tradizionali anche nei comuni”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Un grazie a tutti quelli che ci sono stati e mi sono stati vicino in questo percorso di politica attiva iniziato nel 2018 – conclude Moncada – con la scrittura del programma di urbanistica e lavori pubblici del M5S a Bari. Auguro ai miei ex colleghi portavoce comunali e municipali, sicuramente pieni di buone intenzioni, buona fortuna e di riuscire a discernere il bene dal male senza essere prevenuti. Perché solo chi riesce a farlo in ogni situazione può veramente fare il bene del prossimo e dei cittadini”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Verso un nuovo Dpcm già oggi? Per fermare il contagio covid in arrivo il coprifuoco alle 22

  • Formiche volanti: come scongiurare l'invasione in casa

  • Fermare l'aumento dei contagi ed evitare il lockdown, oggi il nuovo dpcm: verso coprifuoco alle 22 e orari scaglionati per le scuole

  • Tre 'mini zone rosse' a Bari vecchia, nell'Umbertino e a Poggiofranco: "No alla movida, controlli già da stasera"

  • Donna trovata senza vita a Bari: morta dissanguata, in casa c'erano compagno e figlia

  • Zone rosse anti movida, Decaro attacca il governo e il nuovo Dpcm: "Inaccettabile scaricare responsabilità sui sindaci"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento