Politica

Municipi, salta il consiglio. Tensione tra Emiliano e la maggioranza

Il sindaco vuole costruire un accordo bipartisan, ma gli esponenti della maggioranza non accettano "firme in bianco". Si va verso un documento politico di convergenza. La prossima settimana possibile rimpasto in giunta

Doveva essere il giorno della discussione, ma è stato solo l’ennesimo disvelamento della frammentazione che attraversa la maggioranza sul progetto di decentramento. Michele Emiliano non è ancora riuscito a trovare la quadra sulla ripartizione amministrativa del territorio barese per la costituzione dei municipi.

Ieri pomeriggio, il consiglio comunale era pressoché vuoto e la seduta è saltata. Quasi tutti gli esponenti della maggioranza erano stati convocati intorno al tavolo ovale del sindaco per individuare una soluzione di compromesso tra le diverse ipotesi in campo. La delibera presentata dall’assessore al ramo Mara Giampaolo (frutto del lavoro della commissione sul decentramento) non piace alla maggioranza la quale, una decina di giorni fa, aveva proposto di dividere il territorio in tre zone a differenza del progetto della Dentamaro che prevedeva la ripartizione di Bari in cinque municipi. In quest’ultimo documento,  però, non veniva affrontato il tema dell’autonomia di Carbonara-Ceglie-Loseto da una parte e Palese-Santo Spirito dall’altra. L’opposizione di municipi ne chiedeva sei, allora Michele Emiliano aveva pensato di tornare a discutere l’ipotesi delle cinque municipalità trovando un accordo bipartisan anche con l’altra parte del Consiglio.

Ma il nodo che ieri il primo cittadino ha dovuto affrontare è stato proprio con la maggioranza, che sembra non voglia accettare alcun tipo di “imposizione” da parte del sindaco sul decentramento. Un atteggiamento che pare abbia fatto infuriare non poco il primo cittadino, pronto a far saltare la sua seconda legislatura se la maggioranza non avesse dato un cenno di collaborazione sul tema. Alla fine si è deciso che verrà redatto un documento politico condiviso tra tutte le forze della maggioranza, capace di fare sintesi tra le proprie posizioni e quelle del sindaco.

Intanto nel corso della prossima settimana potrebbe avverarsi il rimpasto di giunta. Alla fine della legislatura manca meno di un anno, ma il sindaco non vuole affrontare questo tratto senza dare un segnale di cambiamento nella sua squadra. Nei corridoi di Palazzo di Città si parla di una semplice riverniciata con Vito Leccese pronto a ricoprire la delega al Bilancio lasciata vuota da Gianni Giannini, passato alla Regione per la delega ai Trasporti. E chissà se si darà seguito all’apertura nei confronti dei grillini, in vista di strategie e alleanze che Emiliano vorrà costruire per il suo futuro politico.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Municipi, salta il consiglio. Tensione tra Emiliano e la maggioranza

BariToday è in caricamento