menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il match di Promozione al Sante Diomede si gioca a porte chiuse, Melini: "Manca l'autorizzazione dal Comune"

La sfida tra Vigor Liberty San paolo Bari e il Calcio Martina 1947 si è giocata alle 15.30. Il candidato sindaco: "Ordinanza non notificata alla squadra barese"

La sfida al campo Sante Diomede del quartiere San Paolo tra Vigor Liberty San paolo Bari e il Calcio Martina 1947 si gioca a porte chiuse. Il motivo? "Perché il Comune di Bari, proprietario del Campo sportivo Sante Diomede, non ha mai provveduto a riunire la Commissione di pubblico spettacolo per rendere ufficialmente agibili gli spalti". La denuncia relativa al match di Promozione è del consigliere di opposizione Irma Melini, che in una nota ha spiegato anche che la notifica relativa all'ordinanza è stata notificata solo a una delle due squadre (il Calcio Martina) e al sindaco Decaro.

WhatsApp Image 2018-10-07 at 16.19.02-2

"Ritengo gravissimo - spiega la Melini - che questa amministrazione Decaro, da quando ha terminato i lavori di riqualificazione del Campo sportivo comunale del San Paolo, non si sia preoccupata di renderlo completamente agibile, permettendo anche l'utilizzo degli spalti. Tanto è vero che il bando comunale, in scadenza a fine mese, per esternalizzare la gestione della struttura ammette che 'la tribuna per circa 200 spettatori allo stato non (è) fruibile in assenza delle prescritte autorizzazioni per il pubblico spettacolo'". La consigliera ha anche incontrato le famiglie dei ragazzi, promettendo di portare la questione all'attenzione del Consiglio comunale la prossima settimana.

La Vigor Liberty San Paolo, che milita nel girone A di Promozione, è una società nata dalla fusione di tre società,  quella del San Paolo (non agonistica), quella di Japigia, ovvero il settore giovanile del Liberty, e il Vigor Mola, da cui è stato trasferito il titolo per partecipare alle gare di promozione. "È chiaro ed evidente che questa aquadra, ma soprattutto questa scuola calcio che coinvolge oltre 200 ragazzi di Japigia e del San Paolo, rappresenta e deve rappresentare per questa Città  un'ottima chance di recupero sociale per i ragazzi dei due quartieri a rischio e che quanto sta accadendo oggi riflette il totale disinteresse della politica che ci governa al territorio, ai nostri quartieri, alle famose periferie e ai nostri ragazzi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento