Politica

Nucleare, dalla Cassazione sì al referendum

La Corte di Cassazione ha stabilito oggi che il referendum abrogativo sul nucleare si terrà regolarmente il prossimo 12 e 13 giugno. Soddisfatti i consiglieri regionali di maggioranza: "Ora si faccia informazione"

ll referendum sul nucleare si farà: lo ha deciso oggi la Cassazione, accogliendo l'istanza dei comitati promotori, Idv in testa, di trasferire la richiesta abrogativa ad alcune delle nuove norme del decreto omnibus, convertito lo scorso maggio nella legge n. 75. Con tale decreto il governo aveva tentato di sospendere l'iter del quesito referendario, evitando che si andasse a votare su tale argomento nei referendum del 12 e 13 giugno.

Oltre al nucleare, gli elettori si pronunceranno anche sulle norme che privatizzano la gestione dell’acqua e quelle sul legittimo impedimento. La Corte ha stabilito che la richiesta di abrogazione si estende alle disposizioni normative modificate, confermando in tal modo l’efficacia della consultazione popolare.

La decisione della Cassazione è stata accolta positivamente dai partiti di maggioranza del Consiglio regionale pugliese. “Una decisione che dà fiducia sulla tenuta dei principi democratici e giuridici alla base dell’ordinamento repubblicano – ha detto  il presidente del Consiglio regionale Introna, che già nei giorni scorsi aveva espresso fiducia nella Cassazione – ma che allo stesso tempo responsabilizza i cittadini, titolari della sovranità popolare che viene chiamata ad esprimersi”.

“Italiani uno, governo zero - ha commentato Antonio De Caro, capogruppo del Pd alla regione Puglia - nella partita dei diritti i cittadini hanno segnato un punto fondamentale, quello di poter dire se vogliono davvero centrali nucleari e depositi di scorie radioattive nei propri territori”.

"La decisione della Cassazione ha evitato che il governo impedisca ai cittadini la possibilità di bocciare una ipotesi di sviluppo energetico basata sul nucleare. Ora, però, - ha sottolineato il consigliere regionale Francesco Pastore del Gruppo Misto-PSI - bisogna concentrarsi sulla comunicazione e informazione sui referendum".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nucleare, dalla Cassazione sì al referendum

BariToday è in caricamento