Mercoledì, 4 Agosto 2021
Politica

Rimpasto in Regione, Stanisci rifiuta l'incarico: "Non entrerò in giunta"

Dopo le critiche avanzate ieri dal Pd a Vendola, l'ex parlamentare annuncia di non voler accettare la nomina ad assessore "per agevolare il confronto tra le forze politiche di maggioranza"

Il primo a mettere in forse la sua partecipazione alla nuova giunta Vendola era stato il capogruppo del Pd alla Regione Antonio Decaro, neoeletto alla Camera. "Sono onorato della nomina - aveva detto ieri Decaro - ma ne discuterò prima con il mio partito". In serata poi, il segretario regionale Blasi aveva espresso le critiche del Pd verso le scelte del governatore.

E oggi arriva anche la  presa di posizione di un altro neoassessore, Rosa Stanisci, ex parlamentare dei Ds ed ex sindaco di San Vito dei Normanni, la quale ha fatto sapere che non accetterà la delega come assessore esterno alle Risorse Umane, "sperando in questo modo di poter agevolare il confronto tra le forze politiche di maggioranza e dare alla Puglia il miglior governo possibile".

"La ringrazio ancora per la stima e la fiducia. In un momento così difficile - scrive Stanisci in una mail indirizzata a Vendola - bisogna fare appello al senso di responsabilità. Con stima". "Ho ascoltato con attenzione le dichiarazioni del segretario regionale del Pd Sergio Blasi e del presidente Vendola, e mi sono sembrate entrambe posizioni molto forti - spiega Stanisci - ho quindi avuto timore di conseguenze per il governo regionale e per il bene delle persone, della gente, in un momento così difficile per tutti". "Ho voluto creare, quindi, una condizione di vuoto su cui il partito - spiega - potrà fare le proprie scelte, è una decisione presa per contribuire a far sì che la situazione si ricomponga, nella consapevolezza che c'é necessità di risolvere ogni questione in fretta, non ci possiamo permettere vuoti amministrativi, perdite di tempo". Stanisci si è comunque detta "onorata" per la designazione di Vendola e ha spiegato che si sente appartenente al Partito democratico, sebbene non rinnovi la tessera da qualche anno: "Anche in questo sono di vecchio stampo, morirò del Pd", ha affermato. "Mi sarebbe piaciuto molto tornare a lavorare - ha concluso - ma sono ben certa di aver fatto la cosa giusta".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rimpasto in Regione, Stanisci rifiuta l'incarico: "Non entrerò in giunta"

BariToday è in caricamento