Domenica, 13 Giugno 2021
Politica

Municipi, parte la riorganizzazione degli uffici: dimezzate le sedi

Con l'accorpamento delle ex Circoscrizioni ciascun Municipio avrà una sede unica. Si punta a sfruttare gli immobili di proprietà comunale, in modo da risparmiare i costi degli edifici attualmente in affitto

Presidenti e consiglieri ci sono, ora è tempo di far partire la riorganizzazione degli uffici. I nuovi Municipi muovono i primi passi, cominciando proprio dalla definizione delle sedi. Con l'accorpamento delle ex Circoscrizioni, ciascun Municipio avrà un'unica casa.

Un'operazione che consentirà un risparmio di più di 250mila euro all'anno, ovvero i soldi spesi per l'affitto degli edifici che ospitavano le vecchie Circoscrizioni. L'obiettivo, infatti, è quello di concentrare gli uffici negli immobili di proprietà comunale.

Per quanto riguarda il Municipio I, il più grande dei cinque, si opterà per la sede di via Trevisani, al quartiere Libertà, mentre saranno liberati gli uffici di via Vaccaro e via Garruba (rispettivamente sedi delle vecchie Circoscrizioni Madonnella e Murat). Resterà invece probabilmente attiva la sede di Japigia.

La sede del II Municipio sarà invece a Poggiofranco: verranno lasciati gli uffici di via Tupputi (vecchia circoscrizione Carrassi-San Pasquale), ma si pensa anche, per il futuro, all'ipotesi di costituire una seconda sede nella scuola Carlo Del Prete (spostando le classi negli istituti De Amicis e Laterza).

Problema sede da risolvere anche per il IV Municipio: l'edificio utilizzato attualmente, oltre ad essere in affitto, presenta problemi di agibilità e inadeguatezza dei locali. Nei giorni scorsi il neosindaco Decaro ha incassato la disponibilità del presidente della Provincia, Francesco Schittulli, a concedere alcuni locali della scuola 'Calamandrei'. La proposta, avanzata dal neopresidente del Municipio Nicola Acquaviva, garantirebbe al nuovo Municipio una sede adeguata e centrale rispetto a tutti i quartieri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Municipi, parte la riorganizzazione degli uffici: dimezzate le sedi

BariToday è in caricamento