Venerdì, 30 Luglio 2021
Politica

Nuovo centrodestra, Alfano a Bari incontra il prefetto. Nel pomeriggio la convention in Fiera

In mattinata l'incontro con il nuovo prefetto Nunziante e l'inaugurazione della sede di Ncd in via Sparano, nel pomeriggio il convegno in Fiera. Intanto la coalizione di centrodestra resta divisa sul percorso per le comunali. Cassano attacca Di Paola e FI: "Non vogliono le primarie? Hanno deciso di perdere"

E' cominciata con la visita al nuovo prefetto Antonio Nunziante la lunga giornata barese di Angelino Alfano. Il ministro dell'Interno e leader del Nuovo Centrodestra trascorrerà la giornata nel capoluogo pugliese dove, nel pomeriggio, nello Spazio 7 della Fiera del Levante, si terrà una convention con ministri e sottosegretari sul tema del Sud. In tarda mattinata, invece, Alfano inaugurerà la nuova sede barese di Ncd, in via Sparano.

L'INCONTRO CON IL PREFETTO - "In questa società in crisi e frammentata, il prefetto mantiene un ruolo assolutamente importante'', ha detto Alfano incontrando il nuovo prefetto. ''Io ho considerazione dei prefetti, una considerazione - ha detto il vicepremier - che nasce dalla circostanza che io considero il prefetto il soggetto istituzionale di ultima istanza quando imprenditori, cittadini e corpi intermedi non hanno più dove bussare e si rivolgono al prefetto''. ''Ecco perché - ha continuato - io difendo l'istituzione della prefettura. Comincia una fase per questa prefettura, in cui le soddisfazioni sia dal punto di vista dell'ordine pubblico, sia dal punto di vista della gestione delle vicende di crisi del territorio, avranno una guida capace di esprimere ciò che questa comunità desidera''.

COMUNALI, LE DIVISIONI RESTANO - Intanto nel centrodestra locale restano le divisioni sul percorso da intraprendere in vista delle elezioni comunali. E in molti pensano che l'arrivo del leader nazionale di Ncd a Bari possa servire a sbloccare definitivamente la situazione, che si tratti di un accordo o della definitiva rottura con Forza Italia. Anche se la prospettiva un'intesa sembra tutt'altro che semplice. E' di ieri l'ultimo scontro a distanza tra Massimo Cassano, confermato coordinatore pugliese di Ncd, e Di Paola, che avrebbe ribadito la sua intenzione di non celebrare le primarie, chieste invece con forza da Ncd.

"Non possiamo che respingere al mittente le decisioni prese tanto da Di Paola quanto dal leader pugliese di Forza Italia che si sono mostrati fin dal principio nettamente contrari a questa scelta democratica e di profondo rinnovamento rispetto ad una politica che appare sempre più obsoleta e lontana dalle esigenze dei cittadini. Il no alle primarie e il no anche a sedere ad un tavolo di trattative, la dicono lunga su un percorso che appare per l'ennesima volta non vincente, tanto da fare fortemente sospettare un disegno ben preciso per riconsegnare Bari al centrosinistra".

"Il Nuovo Centrodestra ha proposto e optato per un'altra strategia e continuerà su questa strada con il proprio candidato (Costantino Monteleone, ndr), nella certezza che non esistono primarie per spaccare, primarie per unire, primarie per dividere. Ma esistono primarie che, se svolte in modo chiaro, semplice e democratico, possono affidare alla coalizione una svolta programmatica fondamentale per il rilancio della nostra città, con liste trasparenti, senza nomi calati con arroganza dall'alto e con l' impegno ad un lavoro di squadra svolto con passione partendo dai quartieri, confrontandosi con la gente, le associazioni di categoria".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo centrodestra, Alfano a Bari incontra il prefetto. Nel pomeriggio la convention in Fiera

BariToday è in caricamento