Sabato, 31 Luglio 2021
Politica San Pasquale / Via Re David Giuseppe, 15

#OccupyPd Bari, giovani in protesta: “Non riconosciamo alcun organismo locale”

Prosegue la mobilitazione della base giovanile contro i vertici del partito: "Basta, è ora di aprire alla cittadinanza"

Stanno occupando la sede del Pd per protestare contro una “classe dirigente che ha fallito”. Sono i giovani del Partito democratico, ma in realtà uomini e donne di ogni età, alcuni di loro senza una tessera di partito in tasca ma con la voglia di cambiare il partito nelle sue regole interne, nel suo modo di operare e di condividere le scelte. “Le aspirazioni personali e le resistenze al cambiamento di una classe dirigente che non riesce a superare i propri partiti di provenienza stanno distruggendo il nostro sogno,  non riconosciamo alcun organismo locale e nazionale” si legge in un documento politico che in questi ultimi giorni è oggetto di discussione interna tra simpatizzanti, iscritti e occupanti.   Ne abbiamo parlato con Giuseppe Campanile, primo firmatario.

L’ultima settimana del Pd passerà alla storia. Siamo forse all’epilogo definitivo di un capitolo di storia politica italiana. Voi giovani del Pd pugliese avete deciso di occupare simbolicamente la sede del partito. Perché? Cosa vi proponete?
"L'assemblea permanente vuole aprire davvero, forse per la prima volta, il partito alla cittadinanza. Si deve sapere che in via Re David 15, ogni giorno dalle 19 in poi, c'è un presidio di democrazia. Un presidio non burocratico, ma di realtà. Un presidio vicino alle persone, che chiede alla gente, pur conoscendo il disagio che oggi tutti viviamo, di superare la contingenza e rimetterci tutti insieme in cammino per la costruzione di una collettività democratica di sinistra. Ci proponiamo di fare un po' di casino, di scuotere questo partito dalla morte cerebrale che si è auto inflitto, di gridare no all'austerità dei finti tecnici".

Lo scollamento tra base e rappresentanti è netto. Quali le ragioni? Perché si è voluta posticipare una fase di rinnovamento all’interno del partito?
"Il Pd non è mai nato. Questo è il punto. Ogni componente del Pd pensa di avere una sua base e risponde solo a quella. Non si è mai voluto affrontare un percorso collettivo per la costruzione di un'idea comune e condivisa di società, da trasformare in progetto politico, da offrire al paese. Pertanto, il rinnovamento non serve a nulla se non capiamo chi siamo e a chi ci rivolgiamo".

A livello locale , nonostante la brutta batosta elettorale e con il Pd terzo partito dopo PdL e Movimento 5 stelle, nulla è cambiato. Non sarà anche questo attendismo “a riconoscere le sconfitte” a rappresentare un fattore di disaffezione?
"Sicuramente".

Da dove ripartire? Sul territorio come volete organizzarvi?
"Ripartiamo da via Re David n. 15, ogni sera dalle 19 in poi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

#OccupyPd Bari, giovani in protesta: “Non riconosciamo alcun organismo locale”

BariToday è in caricamento