Politica

Olivieri: “Commercio, turismo e cultura vanno integrati. Tra gli eventi di richiamo va istituito il Natale con San Nicola”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

“Commercio, turismo e cultura sono settori prioritari in considerazione delle ricadute sociali, economiche ed occupazionali ad essi collegati ma l'assetto della struttura organizzativa del Comune va rivisto per integrarli e per favorire il lavoro, tutelando la giusta armonia tra piccole, medie e grandi attività imprenditoriali”. Lo spiega Giacomo Olivieri, presidente di Realtà Italia e candidato sindaco di Bari, illustrando la sua proposta per lo sviluppo integrato della città.


“L’amministrazione deve fare la sua parte rilanciando l’offerta turistica con investimenti in manifestazioni culturali e ludiche; deve farla sino in fondo difendendo e promuovendo l'identità e la tipicità dei prodotti agroalimentari, artigianali, culturali. La competitività del sistema barese va messa poi a regime grazie a strette collaborazioni con le associazioni di categoria e la Camera di Commercio. Il dialogo con loro deve essere permanente per tarare incentivi ed agevolazioni, compresa la riduzione dei tributi locali, per sostenere la rete commerciale, artigianale e dei pubblici esercizi. Ed  affinché si abbia un ritorno positivo sul comparto commerciale e anche sull’accoglienza occorre – secondo Olivieri - stilare nei giusti tempi un calendario condiviso di eventi e manifestazioni tra l’amministrazione comunale  e gli operatori culturali, d’intrattenimento e turistici; così che i commercianti possano coordinarsi per concordare giornate e orari di apertura dei negozi. Si devono istituire, poi, appuntamenti fissi, con manifestazioni ripetute e arricchite di anno in anno, in modo da creare un legame con turisti e visitatori. Tra questi - propone Olivieri - l’amministrazione comunale deve istituire il “Natale con San Nicola” dal 6 dicembre alla domenica successiva al 7 gennaio, giorno in cui si festeggia il Natale ortodosso, che dovrà essere un periodo di celebrazioni, festeggiamenti e di richiamo con eventi religiosi, culturali, ludici, sportivi ed enogastronomici”.

“Commercio, turismo e cultura sono settori prioritari in considerazione delle ricadute sociali, economiche ed occupazionali ad essi collegati ma l'assetto della struttura organizzativa del Comune va rivisto per integrarli e per favorire il lavoro, tutelando la giusta armonia tra piccole, medie e grandi attività imprenditoriali”. Lo spiega Giacomo Olivieri, presidente di Realtà Italia e candidato sindaco di Bari, illustrando la sua proposta per lo sviluppo integrato della città.


“L’amministrazione deve fare la sua parte rilanciando l’offerta turistica con investimenti in manifestazioni culturali e ludiche; deve farla sino in fondo difendendo e promuovendo l'identità e la tipicità dei prodotti agroalimentari, artigianali, culturali. La competitività del sistema barese va messa poi a regime grazie a strette collaborazioni con le associazioni di categoria e la Camera di Commercio. Il dialogo con loro deve essere permanente per tarare incentivi ed agevolazioni, compresa la riduzione dei tributi locali, per sostenere la rete commerciale, artigianale e dei pubblici esercizi. Ed  affinché si abbia un ritorno positivo sul comparto commerciale e anche sull’accoglienza occorre – secondo Olivieri - stilare nei giusti tempi un calendario condiviso di eventi e manifestazioni tra l’amministrazione comunale  e gli operatori culturali, d’intrattenimento e turistici; così che i commercianti possano coordinarsi per concordare giornate e orari di apertura dei negozi. Si devono istituire, poi, appuntamenti fissi, con manifestazioni ripetute e arricchite di anno in anno, in modo da creare un legame con turisti e visitatori. Tra questi - propone Olivieri - l’amministrazione comunale deve istituire il “Natale con San Nicola” dal 6 dicembre alla domenica successiva al 7 gennaio, giorno in cui si festeggia il Natale ortodosso, che dovrà essere un periodo di celebrazioni, festeggiamenti e di richiamo con eventi religiosi, culturali, ludici, sportivi ed enogastronomici”.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Olivieri: “Commercio, turismo e cultura vanno integrati. Tra gli eventi di richiamo va istituito il Natale con San Nicola”

BariToday è in caricamento