Politica

Caos in Realtà Italia, Olivieri incontra Decaro: "Brandi si dimetta da vicesindaco"

Il fondatore del partito annuncia l'espulsione dell'attuale numero 2 della Giunta: "Ha toppato sul programma". All'interno del movimento si aprono anche i casi Neviera e Di Giorgio: "Se non supportano la richiesta via anche loro"

Esplode definitivamente il caso Realtà Italia, secondo partito della Giunta Decaro con 4 rappresentanti della Giunta Decaro, almeno fino a pochi giorni fa. Questa mattina il presidente del movimento, Giacomo Olivieri, ha incontrato il primo cittadino nello studio privato a Palazzo di Città, ufficializzando la richiesta di dimissioni del vicesindaco Brandi, ritenuto ormai vicino a Centro Democatico e sempre più distante dalle posizioni dello stesso fondatore di Ri. Olivieri, dopo l'infuocato 'redde rationem' di ieri con lo stesso assessore con delega al Patrimonio dal partito, ha annunciato la sua espulsione dal partito atto in via di notifica nelle prossime ore all'interessato.


"E' la posizione di tutti i candidati di Realtà Italia - afferma il presidente del movimento - che, vorrei ricordare, ha portato 10mila voti a sostegno di Decaro alle scorse elezioni. Il sindaco mi ha preannunciato che attenderà la nota da noi approvata questa mattina. Sceglierà in autonomia, poiché mi ha detto che non si farà condizionare dai partiti. Chiediamo comunque un posto in giunta, poiché al momento non siamo collegati e un partito con il 6% di voti deve avere una rappresentanza".

Olivieri, però, sembra in difficoltà con i suoi stessi consiglieri: l'unica fedelissima, al momento, è Alessandra Anaclerio che ha già aderito al nuovo progetto di gruppo con Area Popolare. Vito Lacoppola sarebbe pronto a restare in maggioranza e seguire Decaro mentre Pino Neviera e Giuseppe Di Giorgio sono anche loro a rischio espulsione perché non appoggerebbero l'espulsione di Brandi: "Se non sostengono questa linea - prosegue Olivieri - non fanno più parte di Realtà Italia. Il partito ha delle regole. In particolare Neviera è subentrato come primo dei non eletti dopo la designazione di Brandi da assessore. le regole valgono anche per lui. A mio avviso i due non lasceranno il gruppo per una questione di rappresentanza e soldi" legata alla confluenza nel gruppo misto in caso di scioglimento definitivo di Realtà Italia in Comune . Lunedì pomeriggio ci sarà una riunione all'interno del partito per decidere il destino dei due consiglieri 'ribelli', in predicato di restare nell'orbita della maggioranza seppur attraverso una "opposizione costruttiva".

Olivieri, intanto, attacca l'attuale vicesindaco nel merito: "Ha toppato sul programma da noi proposto: a lui contestiamo una poca attenzione al sociale. Un ricevimento alla settimana per le famiglie bisognose non è sufficiente. Deve essere a disposizione di chi cerca la casa. Non posso essere io, presidente del partito, a ricevere queste persone".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caos in Realtà Italia, Olivieri incontra Decaro: "Brandi si dimetta da vicesindaco"

BariToday è in caricamento