Proroga sgombero del Palagiustizia, il ministro Bonafede contro Decaro: "Irresponsabile"

Il guardasigilli attacca il primo cittadino: "Siamo perfettamente consci delle difficoltà, ma magistrati e assistenti giudiziari che ancora sono nell'immobile di via Nazariantz non devono stare un minuto oltre quanto stabilito a luglio"

"Il sindaco di Bari è stato un irresponsabile ad adottare una proroga allo sgombero di un edificio a rischio senza chiarire se lo considera nuovamente agibile o meno. E' finito il tempo di chi adotta gli atti disinteressandosi delle persone, salvo poi presentarsi ai funerali o in ospedale quando accadono le tragedie. Sono veramente stufo di chi agisce solo per buttarla in caciara politica". A parlare è il ministro della Giustizia,.Alfonso Bonafede, commentando la decisione adottata dal sindaco di Bari di concedere una proroga allo sgombero dell'ex Palagiustizia. "Siamo perfettamente consci delle difficoltà, ma magistrati e assistenti giudiziari che ancora sono nell'immobile di via Nazariantz a Bari - sottolinea il ministro - non devono stare un minuto oltre quanto stabilito dalla Conferenza dei servizi dello scorso 30 luglio, alle cui decisioni il Ministero si sta attenendo"

La replica di Decaro: "Ministro ci regala parole"

A stretto giro di posta è arrivata la replica del sindaco Antonio Decaro: "In attesa dei fatti - afferma - il ministro continua a regalarci parole. L’ultima è 'irresponsabile', indirizzata al sottoscritto. Una parola tecnicamente sbagliata, visto che qui l’unico che si sta prendendo responsabilità, anche al di fuori delle proprie competenze, sono io. E lo sto facendo perché sono abituato a risolvere i problemi, non a fare campagna elettorale permanente. Sì perché siamo in attesa che finalmente il ministro si prenda le sue responsabilità e indichi un luogo idoneo a ospitare la giustizia penale. La competenza sulla collocazione del personale della giustizia è del Ministero, che è titolare della funzione dell’edilizia giudiziaria. Se il ministro ritiene che non vi siano le condizioni di sicurezza, - dice Decaro - domani può mettere per strada i magistrati che lavorano nel tribunale di via Nazariantz, perché ho capito che la strada l’unico posto dove possono andare. E se ritiene che non vi siano le condizioni di sicurezza, l’irresponsabile è lui che li ha tenuti fino a stasera in quel palazzo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Verso il Dpcm del 3 dicembre, tra ipotesi di nuove restrizioni e deroghe per i ricongiungimenti familiari

  • La Puglia 'promossa' da domenica? Dati Covid in miglioramento, si va verso la zona gialla

  • Scontro tra auto e bici sulla Statale 16 a Torre a Mare: muore ciclista 31enne

  • Tragico incidente sulla statale 16 a Bari: impatto tra auto e camion, muore donna

  • Investe ciclista sulla ss16 e fugge, arrestata pirata della strada: positiva all'alcol test

  • "Puntiamo alla zona gialla". Decaro: "Con misure meno restrittive per un Natale più sereno"

Torna su
BariToday è in caricamento