Politica

Zone a sosta regolamentata, parcheggi gratuiti ai preti baresi

Il Consiglio comunale ha deciso, nell'assise di ieri, che gli ecclesiastici della città potranno richiedere all'Amtab sia il pass della Zsr che quello Ztl. Negata la concessione a medici e militari. Ma l'ultima parola spetta alla riunione di Giunta

Parroci e preti sì. Forze dell’ordine e medici no. Stiamo parlando del pass Zsr (zona a sosta regolamentata), croce e delizia di questa città. Nella seduta del Consiglio comunale di ieri pomeriggio, l’assise ha deciso, con i voti favorevoli delle opposizioni e di buona parte della maggioranza, che gli ecclesiastici della città potranno richiedere all’Amtab il contrassegno per parcheggiare in tutte le zone ‘off limits’ di Bari. Niente più grattini, quindi, per i parroci che ora potranno mettere in sosta la propria auto tranquillamente laddove le strisce sono blu, dal Libertà al Madonnella, passando, ovviamente, per il Murattiano.

E cosa fare per il borgo antico, luogo dove sono presenti i siti di culto più interessanti? Per il quartiere nicolaiano, dove vige, invece, la Ztl (zona a traffico limitato), provvedimento molto odiato da residenti e commercianti locali, la sostanza non cambia. Oltre ad aver votato a favore del parcheggio gratis, il Consiglio ha deciso che i chierici potranno accedere a Bari vecchia anche quando il semaforo ai varchi d’accesso è rosso. E non avranno la multa a casa.

Gli ecclesiastici, così, ottengono una sorta di ‘privilegio’ che ad altre categorie è stato tolto. Fino allo scorso anno, infatti, anche medici e forze dell’ordine potevano richiedere i contrassegni. Ora non lo potranno fare più. Il motivo di questa drastica decisione risiederebbe nel fatto che molti di loro utilizzavano i pass anche per commissioni personali, come un aperitivo in centro o una presentazione in qualche negozio. Ora la pacchia è finita per tutti, ma non per i preti che certamente non fanno le ore piccole o non partecipano ai pre-serata mondani, ma di sicuro hanno meno urgenze rispetto a un dottore che deve visitare un malato. E di questo la Giunta potrebbe esserne consapevole visto che ora avrà l’ultima parola sul rinnovo dei parametri di concessione dei pass.

Altra novità che riguarda la viabilità cittadina è quella dell’installazione in più punti del centro di aree di sosta per scooter. Secondo i promotori di quest’ordine del giorno, molti motociclisti sono soliti parcheggiare il mezzo dove dovrebbero esserci le auto. Ovviamente, niente grattino per loro e così si tolgono soldi dalle casse comunali. Inoltre, questa abitudine ‘ruba’ spazio prezioso a chi decide di arrivare in centro con l’auto senza usufruire dei park&ride. Insomma, i consiglieri vogliono più regolarità anche su questo tipo di parcheggi e considerando che molti di loro, soprattutto di questi tempi, arrivano in corso Vittorio Emanuele in moto, è possibile che presto, molto presto, saranno realizzati nuovi stalli.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zone a sosta regolamentata, parcheggi gratuiti ai preti baresi

BariToday è in caricamento