Giovedì, 21 Ottobre 2021
Politica Via Gian Battista Trevisani, 206

Redentore, pedonalizzazione definitiva? In Municipio si discute, ma non c'è nessun progetto

La sperimentazione terminerà il 1° ottobre come previsto. Dal Municipio spiegano che ancora non c'è nessun progetto definitivo e che ogni valutazione è da rimandare al momento in cui arriveranno le carte dal Comune

Nel pomeriggio si è tenuta la seduta monotematica del Municipio I riguardante il progetto di pedonalizzazione della piazza antistante il Redentore e via Martiri d'Otranto. Alla seduta hanno partecipato 18 consiglieri di maggioranza e opposizione, oltre al presidente municipale Micaela Paparella. Presente anche una nutrita schiera di residenti, accorsi per far sentire le proprie ragioni.

Si è trattato di un'assemblea molto concitata in cui il consigliere del PD Franco Parisi, promotore di una raccolta firme di residenti contrari alla pedonalizzazione definitiva del tratto antistante l'oratorio dei salesiani, ha contestato ancora una volta le modalità e i tempi in cui è stata disposta l'ordinanza sindacale, lamentando il non coinvolgimento del Municipio.

seduta-municipio-I-2-2La strada fu chiusa i primi giorni di luglio in modo da consentire ai bambini e alle famiglie che frequentano il Redentore di muoversi in tutta sicurezza. Tuttavia, con la creazione dell'isola pedonale sono sorti diversi aspetti critici: in primis quello della sicurezza, poiché la sera il tratto di strada chiuso diviene luogo di bivacco e scorrazzamento di ciclomotori, in secondo luogo per problemi di viabilità e parcheggio (la stima parla di più di un centinaio di posti auto soppressi).

In più occasioni, durante la seduta, sia la presidente Paparella, che i consiglieri del PD, stesso partito di Parisi, hanno ribadito l'inutilità della seduta in essere, poiché la sperimentazione partita a luglio con l'ordinanza sindacale volgerà al termine il prossimo 30 settembre, con il conseguente ripristino della viabilità.

Inoltre è stato più volte sottolineato come della pedonalizzazione definitiva, tanto avversaa dai residenti, al momento ci sia soltanto un progetto e che nessun incartamento è stato consegnato al Municipio.

In più di un'occasione il clima si è fatto teso, viste le accese proteste di alcuni residenti che invitavano i consiglieri a verificare con i propri occhi la situazione di degrado in cui versa l'area oggetto della pedonalizzazione al calare del sole.

Al termine della seduta, il nuovo ordine del giorno proposto dai consiglieri Parisi (PD), Posca, Mercurio (FI) e Carelli (M5S)  è stato rigettato e la seduta si è conclusa con un nulla di fatto.

Ogni decisione sulla pedonalizzazione dell'area antistante il Redentore è da considerarsi rimandata al momento in cui al Municipio perverranno le carte del progetto da parte dell'amministrazione comunale. Al momento di deliberare, tuttavia, non si potrà non tenere conto delle forti rimostranze dei residenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Redentore, pedonalizzazione definitiva? In Municipio si discute, ma non c'è nessun progetto

BariToday è in caricamento