Politica

Petruzzelli, Godelli rincara la dose: "Mai rese note le entità dei compensi"

Un'intervista rilasciata dal vicepresidente del Cda Altieri riapre la polemica sulla gestione poco trasparente delle risorse. Altieri parla di spese elevate per portare a Bari il maestro Lorin Mazeel, il sindaco lo smentisce ma non fornisce cifre e l'assessore regionale contrattacca

La polemica sulla gestione poco trasparente della Fondazione Petruzzelli si rinnova. A dare nuova linfa ad una discussione che sin dal primo momento ha fatto da sfondo alla vicenda del commissariamento del teatro è un'intervista rilasciata nei giorni scorsi al Corriere del Mezzogiorno da Nuccio Altieri, vicepresidente della Provincia e del cda della Fondazione.

ALTIERI: "120MILA EURO PER UN CONCERTO DI MAZEEL" - Nell'esaminare la situazione che ha portato alla crisi del teatro, Altieri fa riferimento agli alti costi sostenuti per alcune produzioni, a cominciare da quelli per portare a Bari il maestro Lorin Mazeel, che secondo quanto riferito dal vicepresidente del Cda avrebbe incassato 120mila euro per un concerto tenuto a gennaio al Petruzzelli. Sempre Altieri, inoltre, parla di cinquecentomila euro per far spostare l’orchestra negli Stati Uniti, al Castleton Festival 2012 organizzato sempre organizzato da Mazeel in Virginia.

LA SMENTITA DI EMILIANO - "Lorin Maazel non ha incassato 120 mila a concerto. Nel 2011 il maestro Maazel non ha diretto alcun concerto al Petruzzelli. Il maestro Maazel non ha percepito alcun compenso dalla Fondazione Petruzzelli per il concerto organizzato a Washington nel marzo del 2011.La Fondazione Petruzzelli non ha partecipato al Festival di Castleton 2011, per cui non ha certo speso 500 mila euro". Così, a stretto giro, il sindaco e presidente della Fondazione Petruzzelli smentisce le affermazioni fatte da Altieri. E sull'ingaggio di Mazeel Emiliano precisa: "Nel 2012 Maazel ha diretto sei recite della Carmen ad un compenso molto basso, che non possiamo rendere noto vista la generosità dimostrata dal maestro nei confronti della Fondazione".

L'ATTACCO DELLA GODELLI: "MAI NOTE ENTITA' DEI COMPENSI" - Ma la replica di Emiliano non soddisfa l'assessore regionale al Turismo Silvia Godelli, che al contrario coglie l'occasione per rincarare la dose sulla scarca trasparenza nella gestione delle risorse. “Leggo sulla stampa odierna - scrive la Godelli in una nota diffusa nel pomeriggio - le dichiarazioni del Sindaco Emiliano a proposito della inopportunità, per ragioni di cosiddetta delicatezza, di rendere noto all'opinione pubblica l'ammontare dei compensi al Maestro Maazel e torno a riflettere ad alta voce sul fatto che la conoscenza analitica dei costi della Fondazione Petruzzelli sia stata sistematicamente interdetta anche ai componenti del Consiglio di Amministrazione, nonostante il fatto che, come si potrebbe evincere dall'ascolto delle registrazioni integrali delle riunioni, i dati analitici di assunzioni e costi delle produzioni artistiche siano stati sempre fermamente chiesti e richiesti dai consiglieri di amministrazione e sempre burrascosamente resi inaccessibili”. Secondo la Godelli “A disposizione del Cda sono state messe solo ed esclusivamente le macrovoci dei bilanci di previsione e dei consuntivi, con la costante pressante richiesta di approvarle, pena il rendersi colpevoli del Commissariamento ministeriale. Altrettanto irremovibile è stato il rifiuto, opposto alle richieste dei Consiglieri, di ritirare le amplissime deleghe alla spesa e alle assunzioni concesse al Sovrintendente in un'epoca in cui il Teatro nemmeno funzionava”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Petruzzelli, Godelli rincara la dose: "Mai rese note le entità dei compensi"

BariToday è in caricamento