Politica

Corsi di formazione per il personale, in Comune parte il 'progetto anticorruzione'

Presentato il progetto formativo per i dipendenti, che a partire da gennaio 2015 coinvolgerà circa duecento unità. Prevista inoltre dai nei prossimi mesi una riorganizzazione degli incarichi che terrà conto della rotazione prevista dalle norme anticorruzione

Un percorso formativo, rivolto ai dipendenti del Comune di Bari, per contrastare e prevenire il fenomeno della corruzione. Si tratta di una delle iniziative adottate da Palazzo di Città nell'ambito dell'applicazione del piano anticorruzione.

Questa mattina l’assessore al personale Angelo Tomasicchio e il segretario generale Mario D’Amelio hanno presentato il “Progetto formativo per il personale del Comune di Bari in materia di prevenzione e repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione 2014-2016”, curato dall’Università degli studi di Bari – Dipartimento di Scienze Politiche.

Il piano anticorruzione adottato dal Comune di Bari individua una serie di interventi, che vanno dalla gestione e controllo dei rischi, all’adozione di un codice di comportamento, alla rotazione degli incarichi dei dirigenti, alla formazione del personale in tema di anticorruzione.

“Il piano formativo in tema di anticorruzione predisposto dal Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Bari con cui abbiamo sottoscritto una convenzione - ha dichiarato Tomasicchio - fornisce gli strumenti conoscitivi per contrastare processi corruttivi e governare le “aree a rischio. L’attività di formazione è modulare e coinvolgerà nella prima fase, a partire da gennaio 2015, duecento dipendenti, tra dirigenti e posizioni organizzative”.

Il segretario generale Mario D’Amelio, responsabile della Trasparenza e Anticorruzione del Comune di Bari, ha illustrato nel dettaglio il progetto formativo che ha la durata di due anni. “La formazione - ha detto D’Amelio - coinvolgerà nell’arco di due anni tutti i 2000 dipendenti. Il programma è articolato ma non rigido: sarà possibile infatti apportare delle modifiche sulla base di specifiche esigenze evidenziate durante le lezioni. È previsto un triplice livello di monitoraggio sui corsi, che sarà effettuato mediante la somministrazione di questionari ai partecipanti.”

Oltre alla formazione, ha ricordato D’Amelio, un altro degli adempimenti previsti dalla normativa anticorruzione è la rotazione dei dirigenti. Nei prossimi mesi ci sarà una riorganizzazione in relazione all’avvio del decentramento amministrativo e il sindaco, nel conferire gli incarichi in scadenza ai dirigenti, terrà conto anche della rotazione prevista dalle norme anticorruzione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corsi di formazione per il personale, in Comune parte il 'progetto anticorruzione'

BariToday è in caricamento