Politica

Opere pubbliche, ecco il piano triennale. Approvato il bilancio

L'assessore Galasso illustra gli interventi, in gran parte ereditati dalla precedente amministrazione. Teatro Piccinni, Waterfront San Girolamo e asse Nord Sud le priorità. Tra le azioni anche la costruzioni di alloggi per portatori di handicap a Ceglie del Campo

Continuare l’opera iniziata dal governo Emiliano. E’ questo in sintesi il filo rosso che lega il vecchio al nuovo piano triennale delle Opere Pubbliche approvato nella seduta di ieri del Consiglio comunale con 21 voti favorevoli, 6 astenuti e 6 no. Gli interventi sono per 193 milioni di euro per il solo anno 2014.

Una seduta delicata, con la maggioranza presente sui banchi nonostante le fibrillazioni dei giorni scorsi. Tra gli interventi illustrati dal neo assessore ai Lavori Pubblici, Giuseppe Galasso, compare la costruzione di alloggi per portatori di handicap a Ceglie del Campo, la riqualificazione di via Sparano  (che attende di essere avviata da diversi anni e che può contare anche sul contributo massiccio erogato dal Ministero delle Infrastrutture), le opere di mitigazione del rischio idraulico nel Canale Valenzano. Inserita l’opera di dragaggio del porto di Torre a Mare, il secondo lotto di lavori sul teatro Piccinni, la riqualificazione di lama Balice e il waterfront di San Girolamo.

Galasso ha spiegato che la giunta ha preso contezza delle opere che si trovano in una fase avanzata, e ciò permetterà nel breve periodo di rimodulare il piano 2015-2017 favorendo una riorganizzazione delle manutenzioni da Comune a Municipi.

Un capitolo ad hoc anche sul tema dei giardini, dove sono previsti investimenti massicci a Loseto, nei pressi della Chiesa del Salvatore, e in via Tridente, senza dimenticare l’intervento di 500mila euro da orientare su alcune piccole aree verdi della città.

La consigliera di Forza Italia Irma Melini ha chiesto d’inserire sia la riqualificazione di via Caduti del 1943 (nei pressi della parrocchia di San Sabino) sia il potenziamento dell’illuminazione nei pressi della stazione centrale. Il sindaco Decaro si è detto pronto ad impegnarsi per portare a compimento queste due richieste nonostante non siano state inserite nella strategia triennale.  Un intervento è stato poi pensato per il mercato di Japigia di via Pitagora e la manutenzione del cimitero. Approvato il bilancio di previsione 2014 di 400 milioni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Opere pubbliche, ecco il piano triennale. Approvato il bilancio

BariToday è in caricamento