Via libera al Piano triennale delle Opere pubbliche: "Attenzione a periferie e spazi pubblici"

Ok del Consiglio comunale al documento relativo al periodo 2018/2020. L'assessore Galasso: "Introdotto il metodo della verifica per le opere annunciate"

Un piano dell'importo complessivo di circa 1 milione 263mila euro, suddivisi in tre anni, per interventi che vanno dalla pubblica illuminazione al rifacimento di strade, dalla manutenzione di scuole e alloggi Erp alla realizzazione di parch e giardini, ai lavori per la fogna bianca.

Il Consiglio comunale approva il Piano triennale delle Opere pubbliche 2018-2020. Il piano prevede nel complesso  441 interventi,  di cui 164 (37%) nel primo anno per una spesa totale di 170 milioni di euro, e i restanti 277 (63%) nel secondo e nel terzo anno. "L'importo complessivo degli interventi - spiega una nota del Comune - non è equamente suddiviso nelle tre annualità, bensì considera le reali capacità di spesa della prima annualità, selezionando gli interventi inseriti nel 2018 tra quelli che hanno livello di progettazione più avanzato, copertura finanziaria certa o inserita in piani regionali/nazionali/comunitari e di cui si prevede disponibilità economica nell'anno, con conseguente possibilità di indizione gara". Degli interventi inseriti nella prima annualità, molti sono "di piccola e media dimensione economica, con i quali si conta di risolvere molteplici problemi localizzati e distribuiti nei diversi quartieri e municipi, in risposta a specifiche richieste che ci sono pervenute dal territorio". "Il Piano Triennale approvato - dicono ancora da Palazzo di Città - si conferma essere uno strumento di programmazione reale delle opere pubbliche della città che vede comparire nuovi inserimenti di opere pubbliche, e scomparire una molteplicità di opere che nel corso dell'anno sono diventate cantieri in atto, opere eseguite o lavori recentemente contrattualizzati di prossimo avvio".

Galasso. "Attenzione a periferie e spazi pubblici"

"Gli interventi previsti in questo piano triennale sono il frutto dell'ascolto di tutte le indicazioni pervenute dai vari settori dell'amministrazione e dalle varie componenti della società, attraverso una condivisione il più possibile ampia delle opere da realizzare e l'inserimento, nella prima annualità, dei lavori ritenuti prioritari - commenta l’assessore Galasso -, oltre che quelli con un livello di progettazione più avanzato e con una buona possibilità di conseguire una reale copertura finanziaria. Grande attenzione è stata riservata alle periferie, interessate da un importante finanziamento ottenuto unitamente ad altri Comuni della Città Metropolitana nell'ambito del Piano Nazionale Periferie, oltre che all'edilizia scolastica, alla viabilità con le relative reti tecnologiche e alle manutenzioni in generale. Massima priorità è stata dedicata alla qualità dello spazio pubblico e alla fruibilità dello stesso, attraverso l'individuazione di molteplici opere puntuali, di medie e piccole dimensioni, capaci di risolvere le problematiche più disparate riscontrate sull'intero territorio, molte delle quali risalenti a diversi anni fa. I prossimi mesi saranno scanditi dall’apertura di molti altri cantieri, alcuni dei quali, come il Polo bibliotecario e il Parco della ex Caserma Rossani e il raddoppio di via Amendola, attesi da molti anni e ormai prossimi alla firma del contratto dopo l'espletamento della gara e il superamento di tutti quegli impedimenti che ne hanno ostacolato l'esecuzione. Il nostro obiettivo è quello di confermare e dar corpo a quanto annunciato i primi giorni dell’anno: il 2018 si caratterizzerà come l’anno del verde dei giardini e dei parchi, del blu del mare e della costa. A questi due colori si aggiungerà il bianco della luce che illuminerà molti spazi pubblici, migliorandone le condizioni di utilizzo e la percezione di sicurezza che i cittadini hanno rispetto alla città".

Gli interventi previsti per il 2018

Tra i principali interventi previsti per l'anno 2018, figurano i lavori per il parco ex Rossani (gara fatta, prossimo a contratto ed inizio lavori), interventi per illuminazione e videosorveglianza in diversi parchi cittadini (tra cui il parco Giovanni Paolo II al San Paolo, Parco 2 giugno e pineta San Francesco), il rifacimento di alcune piazze (tra cui piazzetta dei Papi e largo Giordano Bruno), lavori di manutenzione o efficientamento energetico per le scuole, interventi di pubblica illuminazione e per aree ginniche, manutenzioni in alloggi Erp, interventi sulla fogna bianca (tra cui i lavori per Carbonara- Ceglie). (QUI LA LISTA COMPLETA DELLE OPERE).

Le critiche dall'opposizione

Nel corso della discussione in aula non sono mancate le critiche al provvedimento da parte dell'opposizione, che ha bocciato il documento come "un libro dei sogni", attaccando anche la scelta di dare priorità ad alcuni interventi piuttosto che ad altri considerati più urgenti. Approvati anche due ordini del giorno presentati dai consiglieri M5S, relativi al censimento e al monitoraggio delle opere pubbliche.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia resta 'zona arancione', la decisione del ministro Speranza: misure confermate

  • Dagli spostamenti tra regioni ai cenoni (vietati), il nuovo Dpcm e le misure al vaglio per Natale

  • Asfalto viscido per la pioggia, auto si ribalta e finisce fuori strada: muore 19enne

  • Folle inseguimento a 120 km/h per le strade di Carbonara: arrestato pregiudicato 33enne

  • Calano le occupazioni delle terapie intensive covid in Puglia: migliora anche il trend dei contagi sui tamponi eseguiti

  • Spostamenti ingiustificati fuori Comune, cibi e bevande consumati nei pressi di bar e locali: controlli anticovid e multe nel Barese 

Torna su
BariToday è in caricamento