Lunedì, 14 Giugno 2021
Politica

Pisicchio: Bari Smart City orientata ai bisogni dei cittadini. Il diritto alla mobilità è per tutti

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

"Una smart city è un luogo di governance, orientata ai cittadini a ai loro bisogni. Progettare "smart city" è uno scenario che richiede infatti alle Pubbliche Amministrazioni grandi capacità di project management, gestione di nuove tecnologie e nuove modalità di relazione con tutti gli attori coinvolti.

Anche i cittadini baresi devono quindi diventare "smart", iscrivendo i figli a scuola attraverso la rete o magari usando un tablet o uno smartphone o, richiedendo servizi amministrativi in rete senza spostarsi da casa. Bari ha due università ed è ricca di giovani competenti, da utilizzare per intraprendere il percorso verso Bari smart city. " Lo ha detto Alfonso Pisicchio capolista al comune di Centro Democratico con Pisicchio#perBari, nel corso di uno dei numerosi incontri di questi giorni.

"Fra i progetti - continua il vice sindaco - che abbiamo pensato: Intra-city Mobility Service "door-to-door".Il diritto alla mobilità è per tutti, quindi servizi integrati per la mobilità dei disabili, ammalati e anziani, volontariato "On-fly" e "On-demand",realizzazione da parte dell'amministrazione comunale di un "Mobile City monitor" che renda possibile lo sviluppo di nuovi servizi ai cittadini.

Creare Bari WIFI free, per la realizzazione di reti wireless aperte ovunque in città, riformulando la gestione del Comune di Bari verso un modello aperto e partecipato, con la rete, come piattaforma privilegiata di comunicazione tra cittadini e amministrazione comunale. Una città smart è una città quindi competitiva perché dà servizi migliori, attira investitori e ceti emergenti, genera valore e offre una migliore qualità di vita."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisicchio: Bari Smart City orientata ai bisogni dei cittadini. Il diritto alla mobilità è per tutti

BariToday è in caricamento