rotate-mobile
Politica Polignano a Mare

Dopo il sindaco Polignano 'perde' anche il candidato del centrosinistra, la rinuncia di De Donato: "Scelta personale"

De Donato, non indagato nè coinvolto in qualche modo nella vicenda riguardante Vitto e il suo vice, ha spiegato le ragioni del passo indietro

Passo indietro del candidato del centrosinistra alla carica di sindaco di Polignano a Mare, nel Barese: Franco De Donato, attraverso un post sui social, ha annunciato di non voler più correre per la successione a Domenico Vitto, primo cittadino arrestato qualche giorno fa, assieme al vice Salvatore Colella, per un'inchiesta su presunte gare "alterate" per appalti nella cittadina barese.

De Donato, non indagato nè coinvolto in qualche modo nella vicenda, ha spiegato le ragioni del passo indietro: "La vita è fatta di scelte ed ogni scelta, nel bene o nel male, produce cambiamenti, risvolti nuovi. Sono stati giorni molto difficili per me e per la mia famiglia. Per un attimo ho pensato di poter perdere tutto e lo ammetto, ho avuto paura. E la paura è un sentimento che, vissuto da grandi, lascia interdetti e sgomenti. Il mio corpo mi ha detto di fermarmi. Me lo ha imposto perché cuore e mente correvano veloci, cercavano risposte e conferme. Per amore della mia famiglia, di mio figlio, dei miei valori, della mia vita, non posso non ascoltarlo".

"Non sarò più candidato sindaco - dice - e, sia chiaro, la mia è una scelta intima e personale che poco ha a che vedere con la politica e con le vicende degli ultimi giorni. La mia famiglia ha già dato la vita a questo paese. Mio padre gli ha donato tutto se stesso, probabilmente dovrà bastare così. Dovrà bastare la storia dei De Donato. Non è facile per me tirare i remi in barca, ma è un atto che devo alla mia famiglia, a mio figlio ed alle persone che mi vogliono bene".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo il sindaco Polignano 'perde' anche il candidato del centrosinistra, la rinuncia di De Donato: "Scelta personale"

BariToday è in caricamento