rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Politica

Crac Divina Provvidenza, il Senato dice no all'arresto di Azzollini

Il senatore molfettese di Ncd salvato dal voto dell'aula di Palazzo Madama: la Giunta aveva dato parere favorevole all'autorizzazione all'arresto, ma 189 senatori hanno votato contro, respingendo la richiesta della Procura di Trani

Il Senato respinge la richiesta di arresto ai domiciliari per Antonio Azzollini, senatore molfettese di Ncd. La richiesta era stata formulata dalla Procura di Trani nell'ambito dell'inchiesta sul crac della Divina Provvidenza, che ha già portato all'arresto di dieci persone.

La Giunta per le elezioni e le immunità di Palazzo Madama aveva espresso parere favorevole alla concessione dell'autorizzazione, ma durante la votazione, avvenuta a scrutinio segreto,  189 senatori hanno votato contro. A favore si sono pronunciati in 96, 17 gli astenuti.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crac Divina Provvidenza, il Senato dice no all'arresto di Azzollini

BariToday è in caricamento