Crac Divina Provvidenza, il Senato dice no all'arresto di Azzollini

Il senatore molfettese di Ncd salvato dal voto dell'aula di Palazzo Madama: la Giunta aveva dato parere favorevole all'autorizzazione all'arresto, ma 189 senatori hanno votato contro, respingendo la richiesta della Procura di Trani

Il Senato respinge la richiesta di arresto ai domiciliari per Antonio Azzollini, senatore molfettese di Ncd. La richiesta era stata formulata dalla Procura di Trani nell'ambito dell'inchiesta sul crac della Divina Provvidenza, che ha già portato all'arresto di dieci persone.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Giunta per le elezioni e le immunità di Palazzo Madama aveva espresso parere favorevole alla concessione dell'autorizzazione, ma durante la votazione, avvenuta a scrutinio segreto,  189 senatori hanno votato contro. A favore si sono pronunciati in 96, 17 gli astenuti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni regionali Puglia 2020: i risultati delle liste, preferenze e consiglieri eletti

  • Elezioni Regionali Puglia 2020: i risultati in diretta

  • Piccioni su balconi e grondaie: i sistemi per allontanarli da casa

  • Regionali Puglia 2020, chiusi i seggi nella prima giornata di voto: corsa a otto per la presidenza

  • Regionali Puglia 2020, i risultati: preferenze consiglieri Partito Democratico

  • Regionali Puglia 2020: i risultati | Percentuali e voti dei candidati presidente

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento