Popolare di Bari, Conte: "Intervento dello Stato necessario per mettere in sicurezza risparmi dei cittadini"

Nella conferenza stampa di fine anno, il presidente del Consiglio ha parlato anche del salvataggio dell'istituto di credito barese: "Non escludiamo una soluzione di mercato. I vertici della Popolare? Mai avuto contatti"

Un intervento dello Stato che "fa di necessità virtù per mettere in sicurezza il risparmio dei cittadini". Così, nel corso della consueta conferenza stampa di fine anno, il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, è tornato a parlare anche della crisi della Banca Popolare di Bari. "In prospettiva non escludiamo una soluzione di mercato", ha detto il premier a proposito del futuro dell'istituto di credito, per il quale Conte definisce l'intervento "non salvataggio, ma rafforzamento di un polo creditizio e finanziario".

"Non ho interloquito con nessun vertice e non ho mai contattato i vertici amministrativi della Popolare di Bari" - ha detto ancora il presidente del Consiglio, le cui dichiarazioni sono riportate dall'AdnKronos - "Questo dossier non nasce come un fungo, era una situazione monitorata", spiega il premier. In quelle ore, aggiunge Conte riferendosi al giorno in cui è stato convocato il Consiglio dei ministri per affrontare la questione, "Banca d'Italia stava completando la procedura di commissariamento. Ero stato preavvertito. Avevamo i sportelli e i mercati aperti e non potevamo creare allarme. Sono stato omissivo, sono stato costretto a farlo e me ne assumo la responsabilità. Ma sapevo che la procedura si stava concretizzando", ha spiegato Conte riferendosi alle dichiarazioni rilasciate da Bruxelles quel giorno prima della convocazione del Cdm. "Appena tornato a Roma, quando la procedura su Popolare di Bari si stava concretizzando ho subito convocato il consiglio dei ministri", ha sottolineato.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Qui il crudo di mare è una vera favola", Alessandro Borghese e la sfida di '4 Ristoranti' a Bari: il migliore? E' a Santo Spirito

  • Ultimo giorno di zona gialla, da domani la Puglia torna in arancione: cambiano regole e divieti

  • Arriva il freddo russo, temperature in picchiata anche in Puglia: rischio neve a quote basse

  • Scuola in Puglia, c'è l'ordinanza di Emiliano: superiori in Ddi per un'altra settimana, per elementari e medie resta la scelta alle famiglie

  • Nuovo Dpcm in arrivo: ecco regole e restrizioni, cosa cambia dal 16 gennaio. Puglia verso l'arancione

  • Un'altra stretta con il nuovo decreto anti Covid: Puglia verso la zona arancione?

Torna su
BariToday è in caricamento