menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rebus presidenza del Consiglio comunale, M5S: "Non è ruolo politico, si coinvolgano opposizioni"

Dopo la proclamazione dell'assise, in una nota i consiglieri pentastellati intervengono sul dibattito in corso in questi giorni: "Fuori luogo e non rispettoso parlare di possibili candidati sulla base dei soli equilibri di maggioranza"

"Dopo una proclamazione a dir poco tardiva dei nuovi consiglieri comunali e nell’attesa di notizie aggiornate sulle indagini relative al voto di scambio, i neo eletti portavoce al Comune di Bari del M5S ricordano alla maggioranza e al Sindaco che la figura del Presidente del Consiglio Comunale come da art. 39 del TUEL è “eletto tra i consiglieri durante la prima seduta del Consiglio” senza alcuna differenziazione di sorta tra maggioranza e opposizione. Quello del Presidente non è assolutamente da scambiare per un ruolo politico, bensì di garanzia e organizzazione super partes volta unicamente al corretto funzionamento della macchina consiliare; il Presidente non ha alcuna funzione di indirizzo politico e non deve essere legato da rapporto fiduciario con la maggioranza. La neutralità politica del Presidente non esclude, tra l’altro, che possa trattarsi di un esponente dell’opposizione come avvenuto in passato in altri comuni".

Così, in una nota, i neoconsiglieri comunali del Movimento 5 Stelle, Pani, Delle Fontane e Simone, intervengono sul dibattito relativo all'assegnazione del ruolo di presidente del Consiglio comunale, che vede in questi giorni rincorrersi voci e ipotesi.

"Riteniamo assolutamente fuori luogo e non rispettoso della normativa vigente - prosegue la nota parlare dei possibili “candidati” al ruolo in termini politici e sulla base di equilibri interni alla sola maggioranza collegati al numero di preferenze o ad ambizioni future dei singoli consiglieri". "Ci aspettiamo che la maggioranza corregga la direzione della discussione data in queste settimane da tutti gli organi di stampa e di essere quindi coinvolti quanto prima in un dibattito sul tema al pari di tutti gli altri consiglieri altrimenti questo consiglio comunale parte già con il piede sbagliato". "La figura del Presidente del Consiglio Comunale non può essere visto come  “premio” per il numero di preferenze né come ruolo da attribuire sulla base dei desiderata per le prossime regionali, sono questi gli atteggiamenti che sviliscono la democrazia e le nostre istituzioni", concludono i pentastellati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento