Politica

Scontro sull'Udc, Emiliano a Vendola: "Incontriamoci e chiariamo"

Convocato per domani mattina un nuovo tavolo del centrosinistra, Introna e Decaro mediano per ristabilire la 'pace'. L'apertura del segretario del Pd dopo la rottura del governatore sul caso Udc

Il segnale di distensione, da parte di Michele Emiliano, arriva via Facebook: "A Nichi Vendola dico: incontriamoci domattina e chiariamo tutto con senso di responsabilità. Io ci sono".

Così il segretario del Pd interviene dopo l'annuncio fatto da Vendola al termine del vertice di maggioranza disertato dal Partito democratico. "Il centrosinistra non esiste più, non facciamo le primarie", ha minacciato Vendola, infuriato dalle dichiarazioni fatte in mattinata da Emiliano sull'accordo con l'Udc. Secondo il segretario, sarebbe stato Vendola stesso a chiedergli i voti dei centristi. Ma Vendola non ci sta e chiede che Emiliano "ristabilisca la verità" sulla vicenda.

Un chiarimento che arriverà con ogni probabilità domani mattina: il tavolo del centrosinistra si è autoconvocato per le dieci, e di certo l'impegno sarà quello di mediare affinchè la frattura di questo pomeriggio sia del tutto superata. In queste ore a guidare la mediazione sono stati in particolare, Onofrio Introna per Sel e Antonio Decaro per il Pd, che in una nota congiunta hanno dichiarato soddisfazione per il nuovo incontro fissato per domattina.

"Siamo certi - scrivono - che prevarranno le ragioni del buon senso politico e che si potrà così riprendere speditamente il percorso delle cose da fare insieme e degli obiettivi da raggiungere nell'interesse della Puglia e dei pugliesi. Il Centrosinistra supererà questa fase momentanea e ne uscirà ancora più unito per affrontare compatto la scadenza immediata delle Primarie e quella impegnativa ma sempre esaltante delle elezioni Regionali di primavera. Per vincerle".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontro sull'Udc, Emiliano a Vendola: "Incontriamoci e chiariamo"

BariToday è in caricamento