Domenica, 13 Giugno 2021
Politica

Vigili urbani, il Comune ai sindacati: "Mettete fine alla protesta"

Il direttore generale Vito Leccese scrive ai sindacati chiedendo che venga sospesa la contestazione messa in atto dai vigili urbani, da giorni al lavoro senza divisa per protestare contro il taglio degli straordinari: "Azione che getta discredito sul corpo"

Tutto era cominciato con la protesta per le divise logore, mai sostituite dopo anni di servizio. Poi la contestazione si era spostata sulla questione economica, sul taglio degli straordinari imposto dalla nuova manovra finanziaria. La forma di protesta scelta dagli agenti della Polizia Municipale era stata quanto mai singolare: andare al lavoro in abiti civili, indossando una semplice pettorina fluorescente al posto di divise e placchette identificative.

Una forma di contestazione che prosegue ormai da giorni, nonostante il Comune abbia da subito messo in chiaro la propria intenzione di trovare una soluzione alla questione straordinari, e che gli amministratori comunali cominciano a giudicare eccessiva e fuoriluogo. A farsi portavoce dei malumori di Palazzo di Città è stato oggi il direttore generale del Comune Vito Leccese, che ha reso noto in un comunicato di aver scritto alle organizzazioni sindacali della Polizia Municipale per chiedere di porre fine alla protesta che, "se da un lato getta discredito sull’immagine del corpo di P.M., che appare agli occhi dei cittadini come l’esercito di Valmy - si legge nella nota a firma di Leccese - dall’altro crea un danno alla stessa amministrazione comunale".

In particolare, Leccese ha ricordato ai sindacati i tentativi di mediazione fatti finora dal Comune, come l'impegno a fare in modo che le risorse ex art.208, oggi inutilizzabili per finanziare i servizi aggiuntivi, possano comunque rimanere sotto forma di previdenza nella dotazione degli appartenenti al corpo di P.M.; oppure la proposta, poi respinta, di organizzare il servizio su 5 giorni settimanali.


Ciononostante, sottolinea Leccese "non si è registrato alcun segnale di distensione, né di sospensione della protesta".  "L’auspicio è dunque che - conclude Leccese - nel rispetto della normale dialettica tra le parti, le organizzazioni sindacali, riconosciuta la disponibilità dell’ente a raggiungere gli obiettivi indicati nonostante il quadro normativo sempre più stringente, decidano di sospendere ogni forma di protesta in attesa di concludere definitivamente la vertenza".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vigili urbani, il Comune ai sindacati: "Mettete fine alla protesta"

BariToday è in caricamento